SISMA: CAMPANILE CROLLA SU CASA, FAMIGLIA STERMINATA

Condividi!

E’ stato il crollo del campanile della chiesa di Accumoli (Rieti) a provocare la morte di tutta la famiglia di Andrea Tuccio: lui, la moglie Graziella e dai figli Riccardo e Stefano.

A confermarlo è il sindaco Stefano Petrucci: “La chiesa ha avuto recenti ristrutturazioni ma non sono valse a nulla perchè una struttura così alta realizzata in muratura non ha potuto reggere a una tale scossa. La casa della famiglia Tuccio è crollata solo per questo, altrimenti con i suoi solai fasciati in acciaio avrebbe retto”.

E non ce l’ha fatta neanche il nonno dei due fratellini di Fregene, Leone e Samuele, salvati a Pescara del Tronto. L’anziano è rimasto ucciso dal crollo della loro casa. La moglie invece è stata estratta ancora viva dalle macerie. Sul posto anche lo zio dei due bambini, che ha scavato insieme ai soccorritori, riuscendo ad estrarre i due fratellini da ciò che rimaneva della loro casa: «Ho scavato finchè potevo – ha commentato in lacrime Riccardo Vertecchi, lo zio dei due bambini – in mezzo a tutto. Non mi sono fatto un taglio, niente. Ho scavato a più non posso, per cercarli e tirarli fuori insieme alla nonna. Sono usciti vivi ed il merito viene dall’alto. I due bambini stanno bene. Uno di loro è leggermente ferito al collo perchè è stato per sei ore con il collo storto sotto la nonna».“




Lascia un commento