Profughi in Trentino: dopo lo sci, arriva il basket

Condividi!

Dopo i corsi di sci alpino, i profughi africani ospitati a spese nostre in Trentino Alto Adige, si godranno anche lezioni gratuite di Basket. Ospiti di Dolomiti Energia Trentino che svilupperà un programma di dieci allenamenti per richiedenti asilo presenti in Trentino.

L’iniziativa, che sarà realizzata insieme ad Atas e al Centro Astalli, rientra nel ‘One Team, One World’, il progetto di responsabilità sociale creato nel 2012 da Euroleague Basketball che si propone di trasmettere, attraverso il gioco della pallacanestro, valori positivi nei contesti scolastici oppure di esclusione sociale. Saranno coinvolti 20 ragazzi provenienti da Mali, Senegal, Gambia, Pakistan, Guinea, Somalia, Ghana, Pakistan. Tutti Paesi notoriamente in guerra.




Lascia un commento