Corsi di cucina, gratis, per donne migranti: a spese dei contribuenti

Condividi!

Proseguono senza sosta le marchette governative. E le regioni governate dal PD sono all’avanguardia. Il 21 gennaio, a Cesena, ha preso il via il corso Educhef rivolto ad un gruppo di donne bengalesi che, scrivono i giornali, “si sono rese disponibili a diventare promotrici della salute a tavola”. Grazie, che vi siete rese disponibili a fare corsi a spese nostre, grazie davvero.

Il corso, pagato dai contribuenti, è “per aiutare altre persone della loro comunità ad adottare scelte salutari in campo alimentare”. Tu che leggi paghi le tasse perché il PD organizzi corsi di cucina (qualche coop ci mangerà, in tutti i sensi) alle immigrate. Con la scusa della ‘salute’.

Durante il corso, che durerà fino al 28 gennaio nella sede dell’Associazione Arcobaleno di Cesena, saranno fornite indicazione e consigli pratici da uno chef e da personale dell’Ausl per preparare un menù corretto ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale.




Lascia un commento