Vescovi minacciano: “Nessun muro fermerà i nostri migranti”

Condividi!

Dopo la decisione di alcuni Paesi europei di ripristinare i controlli alle frontiere, il presidente della Cei, il noto proprietario di case Angelo Bagnasco minaccia: “Non c’è muro che possa fermare questa marcia dei popoli dal sud verso il nord del mondo o della moltitudine di poveri verso Paesi che si spera possano offrire un domani migliore e una libertà più vera”. Un vero e proprio proclama terrorista.

La CEI e i vari organi del Vaticano sono oramai associazioni dedite all’eversione. Totalmente permeate dal pensiero massonico che vede nelle nazioni un ostacolo alla Globalizzazione, e quindi da abbattere. Non c’è nessun Cristianesimo nella Chiesa di Bergoglio. La Sede è vacante.

In realtà, lo dimostra il muro ungherese, i muri fermano eccome, quando c’è la volontà, l’invasione dei migranti della Cei.




Lascia un commento