Sobillava profughi alla protesta: italiano espulso da città

Condividi!

VITTORIO VENETO – Ha sobillato i sedicenti profughi. Facendosi “portavoce” delle loro assurde bizze riguardo l’assenza di antenna parabolica.

Per questo motivo, tal Pier Lorenzo Parrinello è stato ‘espulso’ dalla città.

L’uomo, “abituale frequentatore della Coperativa Integra di Vittorio Veneto si faceva arbitrariamente portavoce dei profughi presenti, così provocando in più occasioni violente proteste da parte dei medesimi”, Parrinello non potrà più mettere piede a Vittorio Veneto.

Un foglio di via, firmato dal Questore della provincia di Treviso Cacciapaglia, è stato recapitato nei giorni scorsi all’amico dei clandestini che vive nella vicina Fregona e che, da tempo, si dà da fare con i presunti profughi in città.

Cercherà altri profughi, in qualche altra città, da ‘integrare’…




Lascia un commento