Tutti fermi, il musulmano deve pregare – FOTO

Condividi!

Grottesca scena andata in onda una decina di giorni fa in provincia di Salerno, nella bellissima area cilentana. Un camionista che attraversava via Pertini, si è improvvisamente fermato ostruendo inevitabilmente una della due corsie della carreggiata. Il motivo? Doveva accasciarsi a ‘sedere all’aria’, rivolgersi verso la Mecca, per pregare e adempiere così al rituale musulmano della Ṣalāt.

La Gazzetta dei Picentini, uno dei giornali locali che hanno trattato la notizia, ha anche una foto del fatto.
Eccola:


muslim camion

I guidatori bloccati dietro il musulmano, dopo un primo attimo di smarrimento, hanno iniziato comprensibilmente ad imbufalirsi, e a tempestare il clacson delle proprie auto nella sentita speranza che il musulmano si rimettesse le scarpe, e andasse a guidare.

Ricordiamo che la Ṣalāt è uno dei pilastri dell’Islam: 5 volte al giorno bisogna pregare verso la Mecca; e non si tratta di preghiere improvvisate, esistono rituali appositi anche nel come muoversi.. Una vera nevrosi ossessivo-compulsiva.

Come spiegano i giornali locali che hanno trattato la vicenda, il camionista islamico si è rimesso a guidare dopo qualche minuto: forse per le proteste dei guidatori bloccati, o forse, come ad occhio è desumibile, perché aveva semplicemente terminato il proprio rituale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Insomma, un altro esempio ( fastidioso ma neppure dei peggiori, questo è certo) di ciò che vuol dire importare masse di persone per le quali la religione ( e che religione…) investe ogni aspetto della vita.
Continuiamo, in maniera certosina, a rovinarci il futuro.




Lascia un commento