Parigi: disordini etnici dopo assoluzione agenti

Condividi!

Il tribunale di Rennes ha assolto poche ore fa, i due agenti accusati, ingiustamente, di omissione di soccorso nei confronti di due piccoli delinquenti, Bouna Traoré (15 anni) e Zyed Benna (17), la cui morte scatenò – ormai 10 anni fa – la violenza delle banlieues multietniche francesi. E torna così il caos a Parigi.

Stando alle informazioni dell’emittente I-Télé, 250 immigrati di seconda e terza generazione si sono riuniti di fronte al Palazzo di Giustizia di Bobigny per dare il via alle violenze contro la decisione e una donna è stata ferita. Dei gendarmi sul posto hanno dovuto chiamare i rinforzi.

I due adolescenti, piccoli spacciatori, all’epoca si erano rifugiati in una cabina elettrica di Clichy-sous-bois (Parigi) per sfuggire alla polizia che li inseguiva, rimanendo poi folgorati. I poliziotti assolti oggi, Stephanie Klein e Sebastien Gaillemin, 38 e 41 anni, hanno sempre sostenuto di non essersi resi conto del pericolo che correvano i due ragazzi. I genitori dei giovani hanno già annunciato che faranno appello.

Come si vede, le ‘bellezze’ americane stanno arrivando anche in Europa.




Lascia un commento