Il sito anti-bufale di Boldrini pieno di pubblicità ‘trappola’



Ci siamo già occupati del noto sito di simpatici cazzari Bufale.net, ma ultimamente alcuni utenti ci hanno segnalato sul sito, la presenza di pubblicità che gli esperti del settore definiscono ‘trappola’. Stiamo parlando di questo:

puntrappola

Del tema si è occupato un giornale del settore, vi rimandiamo ad un loro articolo:

Ma chi sono i banditori alla rovescia? Geni dell’azzardo, o scatole vuote? Scorrendo siti internet che appaiono e scompaiono come bolle di sapone e oggi si chiamano ad esempio Wide Bid.com, AstaVip.it, Swoggi.it, astareverse.com, astealribasso.co, jo8jo,com… salta all’occhio spesso la provenienza anglosassone: Inghilterra, la patria delle aste. Ma anche delle scommesse.

Ora, per carità, ognuno è adulto e quindi se cade nei trucchi di certe pubblicità (il trucco sta nello spacciare per asta quella che, in realtà, è una lotteria con quasi nulle possibilità di successo) peggio per lui, ma troviamo ipocrita che i maestrini dalla penna rossa che – a parole – si gloriano di svelare le bufale altrui, abbiano un sito stracolmo di questo tipo di pubblicità acchiappafessi. Come se Radio Maria pubblicizzasse gite a Raqqa o Flaminio porno, e Playboy pellegrinaggi a Lourdes.

Non è pubblicità che varia a seconda del lettore – abbiamo controllato con browser anonimi – quindi hanno il controllo e scelgono di pubblicarla.

Insomma: da cacciatori di bufale (presunti) a specchietti per allodole (veri).

Non cadete in certe trappole del tipo ‘TUTTI NE PARLANO!’…Frasi del genere anticipano quasi sempre grandi fregature.



Lascia un commento