“Grassofobia”: 14enne seviziato perché in sovrappeso

Condividi!

Deriso, denudato e violentato con una pistola ad aria compressa
Questa la sorta toccata ad un 14nne di Pianura, quartiere ovest di Napoli.

Tutto è accaduto ieri mattina, ad un autolavaggio. Il giovane, evidentemente sovrappeso, inizia ad essere preso pesantemente in giro da tre 24enni. Sarebbe già un episodio spiacevole, ma non finisce qui. Uno dei tre, forse eccitato dal panico provato dal 14enne, decide di passare alla violenza fisica: denuda il ragazzo e lo sevizia con una pistola ad aria compressa.
La vittima è ora ricoverata all’ospedale San Paolo, in gravi condizioni e con l’intestino perforato. I tre assalitori, sono invece stati denunciati per tentato omicidio, il seviziatore, e concorso in tentato omicidio, gli altri due.

Bruttissimo episodio di bullismo; ovviamente, possiamo solo immaginare nel caso in cui il pretesto trovato per dare fastidio a qualcuno, fosse stato l'”orientamento”, la solita speculazione mediatica e politica che si sarebbe scatenata, per imporre leggi liberticide sull”omofobia”.

Bisogna sempre ricordare che una cosa sono i giudizi di valore, e un’altra il modo di comportarsi: per dire, anche chi scrive non ritiene l’obesità una cosa positiva, ma non va certo a deridere o mortificare gratuitamente una persona; così come non fa altrettanto con i gay.

Se invece seguissimo l’ideologia sconnessa degli sciacalli, per cui un omosessuale preso in giro a scuola significa “emergenza omofobia e necessità di fare leggi repressive”, ora si dovrebbe, per via dello spiacevole episodio di cronaca in discussione, mettere a tacere chi considera l’obesità un ‘difetto’.




Lascia un commento