Ebola: Nigeria inizia chiusura frontiere

Condividi!

La principale compagnia aerea nigeria-
na, Arik, ha sospeso i voli per Liberia
e Sierra Leone in seguito a un primo
decesso, a Lagos, di una persona colpi-
ta dal virus.La vittima è un immigrato
liberiano.

La compagnia ha detto di avere preso
questa decisione “per preservare la
vita dei nigeriani”.
Interrotti dunque i collegamenti con
le capitali Monrovia e Freetown.

Contagiati in Liberia anche 2 americani
un medico che curava pazienti infetti
da ebola e una donna che lavora per una
organizzazione umanitaria.




Un pensiero su “Ebola: Nigeria inizia chiusura frontiere”

  1. La Nigeria che é un paese sottosviluppato le chiude le frontiere, l’Italia invece tiene le porte spalancate a tutti, grazie a un governo abusivo e criminale targato Renzi-Alfano. Da notare come la Nigeria respinge chi proviene da Liberia e Sierra Leone, che sono negri come loro, invece qui in Italia che siamo bianchi, le nostre autorità fraternizzano con chi é diverso da noi in tutti i sensi. Che schifo!

Lascia un commento