Cina vieta il ramadan a dipendenti pubblici e insegnanti

Condividi!

PECHINO  – A studenti e dipendenti pubblici nell’area musulmana ribelle della Cina,  è stato ordinato di evitare di prendere parte al digiuno tradizionale durante il mese santo islamico del Ramadan.

Dichiarazioni di divieto pubblicate mercoledì sui siti web delle scuole, agenzie governative ed organizzazioni locali del partito nella regione dello Xinjiang  mirano ‘a proteggere il benessere degli studenti e prevenire l’uso di scuole e uffici governativi per promuovere la religione islamici‘. 

Nessun insegnante può partecipare alle attività religiose, infondere i pensieri religiosi agli studenti o costringere gli studenti in attività religiose“,

Divieti simili sono stati imposti in passato al digiuno per il Ramadan. Ma quest’anno è particolarmente sensibile perché lo Xinjiang è sotto stretta sorveglianza dopo gli attacchi degli estremisti islamici alle stazioni che hanno causato decine di morti.




Lascia un commento