Brescia: terzo caso di meningite in una ‘cooperativa sociale’

Condividi!

Terzo caso di meningite in poche settimane a Capriolo, Brescia. La ragazza colpita dal contagio frequenta il ‘Centro cooperativa sociale’ di Capriolo.
Giovedì, la giovane si era recata al Cse, poi, venerdì, ha cominciato a sentirsi male, e sabato è stata aggredita da uno stato febbrile che all’improvviso ha superato i 40 gradi.

Gli operatori del Cse, informati dai genitori, si sono ‘ricordati’ dei due episodi di meningite delle scorse settimane e hanno subito segnalato il problema alle autorità sanitarie. Quindi è stato disposto il ricovero della ragazza al reparto infettivi dell’ospedale di Brescia. I sintomi, che facevano sospettare la meningite, hanno fatto partire l’immediata profilassi per tutti quanti erano stati a contatto con lei. Mentre la ragazza veniva curata (domenica era già sfebbrata) nell’attesa che le analisi di laboratorio chiarissero se si trattasse di meningite batterica o meningococcica, è partita la procedura di prevenzione.

I primi ad essere sottoposti a profilassi sono stati genitori, familiari e amici della ragazza che risiede a Palazzolo. Poi, con la collaborazione della cooperativa sociale è toccato ad una cinquantina di persone che erano state a contatto con lei.

Dei due casi precedenti, uno è risultato mortale.




Lascia un commento