“C’ha abbandonato”: e brucia la foto del Papa (ex)

Condividi!

Il parroco di Castelvittorio, Don Andrea Maggio, borgo medievale dell’alta val Nervia nell’entroterra di Ventimiglia, protesta contro la rinuncia di Benedetto XVI.
Durante l’omelia e davanti a decine di fedeli, ha bruciato la foto del Papa. Il parroco ha accusato Benedetto XVI di “non essere un pastore, un papa, perché ha abbandonato”. A riferire l’episodio è stato il sindaco di Castelvittorio, Gianstefano Orengo, testimone oculare dell’accaduto.

“È stato un gesto scioccante, commesso davanti a una decina di bambini. Capisco che don Andrea stia attraversando un periodo piuttosto delicato dal punto di vista psicologico, ma è comunque un gesto molto grave”, ha riferito il sindaco Gianstefano Orengo.
Che poi ha aggiunto: “Molti fedeli hanno protestato ed altri, come me, sono usciti sconcertati, il fatto che don Andrea stia trascorrendo un momento difficile può essere un’attenuante, ma comunque non sono gesti giustificabili”.

Sinceramente non ci sentiamo di condannare il gesto di Don Andrea Maggio, magari “eccessivo” nei modi, ma non campato in aria dal punto di vista sostanziale. E non vediamo cosa c’entri il Sindaco, che è una figura politica, com l’espressione di un dissenso religioso fatto in chiesa da un parroco.




Lascia un commento