Napolitano “mette le mani” anche sul prossimo premier: lo nominerò io

Condividi!

Per la serie, “scollegati dalla realtà”. Napolitano ai partiti: «Non bruciare la fiducia riconquistata dal Paese»

Napolitano, ormai completamente ignaro dalla realtà che lo circonda e assuefatto all’aria rarefatta del colle più alto di Roma, ritiene che nel 2012, l’anno dello “strangolamento tecnico”, l’Italia abbia “riconquistato fiducia”, e dice ai partiti: «Non bruciare la fiducia riconquistata dal Paese»
Poi, nella sfarzosa cerimonia di auguri tra le più alte cariche dello Stato dice: «Sono preoccupato e rammaricato per la brusca fine della legislatura. La mancata legge elettorale è un fallimento»

Poi mette le mani anche sul prossimo primo ministro che dovrebbe – usiamo il condizionale – uscire dalle elezioni di Febbraio.




Lascia un commento