“Spalare neve è maschilista”: a Stoccolma traffico in tilt



Qualcuno salvi gli svedesi dal politicamente corretto. Se da noi il rispetto ossessivo dell’uguaglianza di genere genera mostruosità linguistiche come “prefetta” e “assessora”, a Stoccolma un’intera città è stata sommersa dalla neve a causa di una direttiva femminista emanata dall’amministrazione guidata dalla “sindaca” Karin Wanngard: gli addetti municipali devono ripulire da neve e ghiaccio prima i marciapiedi e le piste ciclabili, dove statisticamente circolano di più le donne, a piedi o in bici, e poi le strade, le corsie automobilistiche che di solito sarebbero più frequentate dai maschi.

“Spalare la neve prima per le donne”. E Stoccolma si blocca

Il risultato? Stoccolma è piombata nel caos, con 1500 reclami all’autorità, decine di incidenti, numero record di ricoveri in ospedale, trasporti pubblici bloccati, scuole e uffici chiusi, ingorghi, auto abbandonate, piazze trasformate in deserti polari.



Lascia un commento