Fassino regala palazzina 2 piani ai Rom: loro terrorizzano quartiere

Condividi!

Più di un anno fa hanno accettato, insieme ad altre centinaia di zingari, di avere case gratis con i soldi dei contribuenti, aderendo al progetto marchetta “Una città possibile”.

Hanno lasciato il campo nomadi abusivo sulle sponde dello Stura e trovato casa in via Rosolino Pilo, nel quartiere Parella. In una palazzina signorile a due piani. Business gestito per conto di Fassino dalla cooperativa Valdocco.

I quattro nuclei familiari di zingari stanno rovinando da allora la vita di chi abita in zona: «Non ne possiamo più – racconta un residente – c’è un caos infernale sotto i balconi, quella gente fa ciò che vuole. Urlano, litigano e li abbiamo anche visti urinare per strada e organizzare un mercatino abusivo nel cortile».

palazzina

Gli zingari hanno avuto in dono da Fassino, con i soldi dei contribuenti, il primo e il secondo piano della struttura (al piano terra c’è un centro anziani, che vivono nel terrore).
«Noi vediamo un sacco di gente andare e venire, c’è più gente di quella che ci era stata garantita» protestano i residenti del quartiere.

Ma secondo la circoscrizione Quattro, sempre gestita dal PD, la situazione sarebbe è ‘sotto controllo da tempo’. «Abbiamo mandato via una famiglia molto tempo fa – spiega il presidente Claudio Cerrato -, perché non rispettavano le regole. Ma secondo noi è stato solo un caso isolato, il segno che sia noi che la cooperativa Valdocco stiamo vigilando con attenzione». «Le famiglie stanno seguendo un percorso d’integrazione – conclude Cerrato -. E non è nemmeno vero che passino le giornate a trafficare oggetti, come qualcuno ha denunciato ».

E’ tutta immaginazione. Lo dice Fassino.