Bambina di 12 anni stuprata da 5 pakistani, fugge: ma Polizia non le crede e lo stupro continua



Torniamo a parlare dei terribili stupri etnici di Rotheram.

A fornire bambine inglesi bianche agli stupratori pakistani era, secondo l’accusa, due assistenti sociali progressiste, tra le quali tal Karen MacGregor:

Artist-627104

Andava in cerca di bambine senza famiglia. Sole. Fragili. E le invitava a casa sua. Poi le ‘forniva’ ai pakistani.

Non solo. Emergono nuovi, agghiaccianti particolari. Una delle bambine stuprate, che era riuscita a fuggire ai suoi aguzzini pakistani, ha raccontato ieri nel tribunale nel quale si sta svolgendo il processo, che all’età di 12 anni era stata portata alla polizia da un’assistente sociale non coinvolta nel traffico: l’agente, dopo avere preso nota della denuncia l’ha accusata di ‘razzismo’ e di essere una bugiarda. E ha stracciato la sua dichiarazione in mille pezzi.

Le bambine, ripetutamente stuprate, erano affette da scabbia, pidocchi, clamidia e gonorrea.

Di queste violenze, che sono solo una parte delle migliaia di stupri etnici in GB –  1.400 BAMBINI STUPRATI E TORTURATI DA IMMIGRATI ISLAMICI – sono accusati cinque pakistani e le due ‘fornitrici’.

Le vittime di 51 reati  sono 12 bambine, violentate e sfruttate nella zona di Rotherham nel corso di un periodo di 16 anni,  1987-2003.

qurban-620x378

I nomi: Arshid Hussain, 40 anni, e suo fratello Basharat, 39, Qurban Ali, 53, Majid Bostan, 37, suo fratello Sajid Bostan, 38, Karen MacGregor e Shelley Davies, 40, tutti di Rotherham.

 



Lascia un commento