Terni, sindaco Bandecchi si scaglia fisicamente contro consiglieri opposizione

Vox
Condividi!

Stefano Bandecchi, vulcanico sindaco di Terni protagonista di una rissa sfiorata con i consiglieri d’opposizione di Fratelli d’Italia durante il Consiglio comunale di oggi, non ci sta a passare per il cattivo di turno: “Mi sono avvicinato a Cecconi, è vero, ma certo non gli volevo dare due crocche…”, assicura all’AdnKronos, riferendosi allo scontro con il consigliere meloniano Marco Celestino Cecconi. “L’ho solo avvisato che se succede un’altra volta che non mi fanno parlare gli fracasso la testa sul tavolo”, aggiunge però subito dopo con un’espressione choc l’esponente di Alternativa popolare.

Su quanto accaduto stamattina dice: “Penso che le persone prima di parlare devono collegare il cervello, l’ordine dei lavori è che ci si prenota e poi si parla, parlano tutti. Io ho ascoltato tutte le corbelleria del centrodestra, ma quando poi ho iniziato io a parlare, hanno iniziato a ridere, a inveire, a colpi di ‘pagliaccio’, ‘imbecille’, ‘non capisci nulla’… Cecconi si è pure messo a urlare come un matto, gli hanno detto di sedersi, ci sono i video, e io mi sono alzato per farlo sedere, per me chi si comporta così è un criminale, come uno che fa una rapina, uno che violenta una donna… Pensavano che gli avrei dato due crocche, ma non era la mia intenzione, gli ho solo detto che la prossima volta che parlo io deve ascoltare, altrimenti sono guai…”.

Ora però altri partiti come la Lega e il Pd accusano Bandecchi, con i dem che chiedono l’intervento del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, invitando il primo cittadino del capoluogo umbro a dimettersi: “Il Pd? Se ne possono andare a fare in c… – sbotta, chiedendo di scrivere anche questo – Non sanno che dire neanche loro. Io di certo non mi dimetto, perché il mio unico torto è quello di fare politica, dopo 5 anni in cui ha governato il centrodestra, in cui si è solo rubato….”. “E del Pd non mi interessa nulla…”, dice poi l’ex parà della Folgore commentando la posizione del partito di Elly Schlein che per bocca di Anna Ascani e Walter Verini, parlamentari umbri del Pd, ha parlato di “comportamento indegno, da parte di un personaggio su cui pende, tra l’altro, una seria questione di incompatibilità e conflitto d’interessi”.

Vox

Chi è votato dal popolo non è mai in conflitto di interessi.

Almeno abbiamo scoperto la presenza della consigliera bionda.




4 pensieri su “Terni, sindaco Bandecchi si scaglia fisicamente contro consiglieri opposizione”

  1. Hajahaha che ridere. Sto branco di paraplegici imbacuccati e incravattati che se le promettono ma manco una biro in mano sanno tenere hahahaha hahahaha hahahaha Ma questi ne hanno idea di quel che dicono? Ma sopratutto, son tutti stressati, incavolati e incarogniti senza fare un EMERITO CAZZO DI NIENTE TUTTO IL GIORNO???

I commenti sono chiusi.