Africano che molesta le bambine italiane non può essere espulso

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

Africano che perseguita le bambine italiane di nuovo scarcerato dal solito magistrato

Un giovane extracomunitario, noto da tempo alle forze dell’ordine ad Atripalda, domenica in preda ad raptus aveva cercato di aggredire un gruppo di ragazzine. L’uomo, difeso dall’avvocato Gerardo Santamaria nelle scorse ore era stato scarcerato. Domenica era stato un agente di polizia che si trovava sul posto ad intervenire in soccorso delle ragazzine . Per questo motivo, il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo ha voluto complimentarsi con l’agente di polizia, Carmine D’Onofrio, intervenuto in soccorso delle giovanissime. «L’amministrazione comunale ringrazia e si complimenta con l’Assistente Capo della Polizia di Stato, Carmine D’Onofrio – si legge nel post – Per il suo intervento, grazie al quale ha protetto dei minorenni dal tentativo di aggressione di un individuo successivamente arrestato. Si è trattata di un’azione condotta con grande professionalità e coraggio, peraltro quando l’agente D’Onofrio era fuori servizio».

Vox

«Con amarezza, però apprendiamo la notizia della scarcerazione dovuta ad evidenti contraddizioni – afferma la fascia tricolore – Che mostrano lacune del nostro sistema giudiziario. L’amministrazione comunale, attraverso il Sindaco, sta assumendo costantemente informazioni dal comandante della locale stazione dei Carabinieri, il quale si è prontamente attivato anche presso le autorità competenti in materia di immigrazione, al fine di assicurare la giusta serenità alla collettività».

Solo pochi giorni fa, lo straniero era finito in carcere. L’ extracomunitario di 25 anni aveva terrorizzato per giorni via Manfredi ad Atripalda dopo aver aggredito lungo la stessa strada dei ragazzini minorenni che giocavano a pallone.

Africano picchia bambine italiane, non può essere espulso: “Lo fa sempre”

A distanza di una settimana dall’aver mandato in frantumi con calci la vetrata del negozio di abbigliamento “Empire” e dove aveva rimediato una denuncia per danneggiamento, il 25enne, di origini straniere e senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine era stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Avellino e dagli uomini della benemerita di Atripalda. Poi la scarcerazione.




2 pensieri su “Africano che molesta le bambine italiane non può essere espulso”

  1. questi sono della stessa pasta dei leghisti o dei nazisti ucraini.
    Anche se gli fai vedere visivamente,
    che 2 mele piu 2 mele sono 4 mele,
    continuano a dire che sono 8 mele.

    Questi non hanno bisogno di capire e di accertare
    Hanno bisogno di credere ad una propaganda e sfogare odio e livore.
    Se ne fregano del vero e del falso.

    Nei loro paesi, uccidono le donne nei modi piu disumani
    in funzione di credenze che nessuno potrà mai verificare.
    Allo stesso modo dei fascisti che uccidevano gli ebrei nei modi piu barbari, senza ragioni.

    Serve una pulizia etnica nell intero mondo, partendo dalla Padania.
    Non appena i russi ritornano sulle Alpi, saro il primo ad arruolarmi, perché io so dove si annidano queste carogne.
    Se morirò in guerra lo faro da eroe combattente.

I commenti sono chiusi.