Francia, Le Pen chiede abolizione Ius Soli

Vox
Condividi!

Per loro è un po’ tardi, per noi tornare allo ius sanguinis integrale sarebbe la salvezza.




3 pensieri su “Francia, Le Pen chiede abolizione Ius Soli”

  1. Eppure fino al 1998 in Francia era in vigore lo ius soli integrale. Pensate che fu il governo socialista di Jospin a modificare in senso leggermente restrittivo la legge sulla cittadinanza, che si fonda da allora su due punti cardine:
    -attribuzione della cittadinanza se almeno uno dei due genitori è francese;
    -concessione della cittadinanza per chi è nato in Francia da genitori stranieri alla maggiore età, a condizione se ha residenza continua o discontinua per almeno 5 anni.

    Che è comunque una puttanata. Innanzitutto a causa del precedente ius soli integrale, i tanti magrebini e ne(g)ri nati in quel paese negli anni settanta, ottanta e fino a metà anni novanta, essendo nati “francesi”, trasmettono la cittadinanza ai discendenti per ius sanguinis. Poi in secondo luogo, che nasca e cresca in Francia, anche vivendoci ininterrottamente, l’allogeno che diventa “francese” alla maggiore età su richiesta rimane sempre allogeno. Non cambia un cazzo, è uno straniero a cui è stata regalata la cittadinanza.

    In Italia dal 1992 abbiamo una legge similare, eppure vogliono essere per forza generosi con demenziali proposte del tipo “ius scholae”, “ius minchiae”, ecc.

    Che nessuno si aspetti che la Garbatellara capo del governo reintroduca lo ius sanguinis integrale. Anche perché voglio dire, ormai la strada, in ogni ambito, mi sembra tracciata: siamo sempre più bella merda.

  2. ogni tanto si trova qualche politico illuminato, non come la nostra sciaquetta che è la lecca scarpe dei finokki di Ue e Usa, pronta a mettersi a 90 gradi con suo culo flaccido e cellulitico intrombabile, pur di sentirsi inclusa nel gruppo dei satanisti e massoni mondiali, ad oggi sta sguattera non ha tirato fuori una e dico una legge a tutela dell’italiano

I commenti sono chiusi.