AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Immigrato armato di pietra assale poliziotti: “Lasciatemi rubare in pace”

Vox
Condividi!

Prima i furti a Trento e poi la fuga in Alto Adige, dove aggredisce tre agenti: arrestato un uomo di 30 anni. La vicenda si è svolta negli scorsi quando il personale della questura di Bolzano, su richiesta delle forze dell’ordine di Trento, si è messo in azione sulla Strada statale 12, nelle vicinanze dello svincolo di Pineta di Laives, dove, in una zona boschiva adiacente, era stato localizzato uno smartphone rubato qualche ora prima nel capoluogo trentino.

Durante le operazioni di ricerca, le forze dell’ordine hanno rintracciato un 30enne, cittadino di nazionalità straniera, con precedenti di polizia a carico. L’uomo, una volta scoperto dagli agenti, li ha quindi aggrediti improvvisamente, prima con alcuni pugni e poi anche con una grossa pietra. Nonostante la violenta aggressione, l’uomo è stato comunque bloccato, anche grazie all’intervento di una pattuglia della volante arrivata a supporto.

Vox

La perquisizione portata avanti in seguito dalle autorità ha quindi consentito di recuperare, oltre al cellulare, anche un ciclomotore ed un portafoglio di provenienza furtiva. Al termine delle attività, il 30enne è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e ricettazione e portato in Casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria. Degli agenti aggrediti, uno ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, altri due in 5 giorni.

Aggredisce con una grossa pietra gli agenti dopo un furto