AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Putin convoca Servizi della CSI: “Occidente pianifica rivoluzioni colorate”

Vox
Condividi!

Il presidente russo ai capi dei servizi di intelligence: “Maggiore attenzione ai confini, oppositori pronti a scatenare massacro sanguinoso”. Così il Presidente russo Vladimir Putin.

I Paesi Occidentali – ha detto nella riunione dei capi dei servizi di intelligence dei Paesi della Comunità degli Stati indipendenti – stanno cercando di provocare conflitti nella Csi.

“Gli oppositori geopolitici dei Paesi della Csi sono pronti a mettere in pericolo qualsiasi nostro Stato scatenando un massacro sanguinoso”, ha sostenuto, citato dall’agenzia Ria Novosti.

La situazione ai confini dei Paesi della Comunità degli Stati indipendenti richiede maggiore attenzione, ha affermato Putin.

Non solo nella CSI. In Iran stanno usando i curdi per scatenare una rivoluzione colorata.




3 pensieri su “Putin convoca Servizi della CSI: “Occidente pianifica rivoluzioni colorate””

  1. e questo adesso lo ha capito?

    e’ da una vita che organizzano rivoluzioni colorate
    tuttavia e’ anche vero che il governo iraniano impone alla popolazione, di rispettare ideologie religiose/naziste.

    Se questo va bene ad i fascisti islamici,
    poi ci sono i curdi che non lo accettano
    ed hanno ragione.

    La situazione era arrivata alla goccia che fa traboccare il vaso
    e gli organizzatori di rivoluzioni colorate, la hanno fomentata per rovesciare il governo, amico della Russia.

    Ma la colpa e’ di chi ha voluto imporre la religione islamica trasformandola in giurisprudenza.

    I curdi che si ribellano sono eroi
    dello stesso tipo dei partigiani
    che combattevano il fascismo.

    1. I curdi sono le peggiori puttane del medioriente… Prima vassalli degli usa, poi della russis poi di Israele e adesso fanno comunella con assad in funzione antiturca

  2. I Paesi Occidentali? Forse è meglio dire Stati Uniti e Gran Bretagna. Sono loro il problema. E se non si porrà fine al loro imperialismo non ci sarà mai la pace nel mondo.

I commenti sono chiusi.