Polizia stradale blocca carri armati italiani diretti in Ucraina: autisti senza patente

Condividi!

Dovremmo essere noi a bloccare questo invio criminale che è un atto di guerra contro un paese amico.

Nella notte tra domenica 26 e lunedì 27 giugno la Polizia stradale di Napoli, Distaccamento di Nola, ha fermato trattori e semirimorchi che stavano trasportando dei carri armati diretti in Ucraina. Secondo quanto riportato dal quotidiano “Il Mattino”, è emerso che i trattori e i semirimorchi delle ditte private incaricate del trasporto erano sprovvisti di carta di circolazione e anche la revisione periodica prevista era scaduta, mentre uno dei conducenti non aveva la prescritta autorizzazione per la guida di mezzi di trasporti eccezionali.

Ad essere trasportati erano carri armati Pzh 2000 (Panzerhaubitze 2000), tra i più moderni della categoria, destinati all’Ucraina. Tre dei 5 carri armati trasportati sono stati così bloccati all’altezza della barriera di Mercato San Severino (Salerno) e hanno fatto ritorno alla base di Persano, località del comune di Serre (Salerno) dalla quale erano partiti. Da lì ripartiranno nuovamente per la Germania, e da lì il convoglio si dirigerà in Ucraina.




2 pensieri su “Polizia stradale blocca carri armati italiani diretti in Ucraina: autisti senza patente”

  1. Bruciano miliardi NOSTRI senza render conto di nulla, questo e’ lo stato canaglia x antonomasia, 5 carri?Li distruggono prima dell’arrivo.Cosa cazzo pensano di fare regalando 5 giocattoli da milioni di euro che verranno inceneriti prima cbe il contachilometri arrivi a 6????
    Questo stato e’ illegale quindi non ha valore nessuna legge pertanto ognuno deve sentirsi libero di agire e reagire come meglio crede.

I commenti sono chiusi.