E’ STATA GUERRA RAZZIALE A PESCHIERA, AFRICANI ESULTANO: «Peschiera è stata conquistata»

Vox
Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

I video pubblicati su Tik Tok parlano chiaro, e soprattutto parlano le scritte che li accompagnano. «Devasto». «Spacchiamo tutto». «Se non sei a Peschiera del Garda giovedì 2 giugno ti perdi tutta l’Africa in un solo posto». «Africa a Peschiera». «Oggi Peschiera è stata conquistata dagli africani». «Peschiera come l’Africa».

Quello che si vede non è meno inquietante. Ecco il riassunto di Libero, eloquente e inconfutabile: “Ragazzotti di colore che mostrano il sedere, ballano in spiaggia denigrando e prendendo in giro le donne bianche, saltano sopra i tettucci delle automobili, rovesciano tavolini, sputano per terra, e soprattutto se le danno di santa ragione”. Si chiamano “Giornate Africa”. Lo dicono gli investigatori. 1500 immigrati di seconda generazione senza controllo.

«Io non so se fossero immigrati di prima o seconda generazione – si accende la sindaca di Peschiera Orietta Gaiulli – sono solo una razza di delinquenti che hanno lasciato una profonda ferita nella mia comunità. Abbiamo vissuto una giornata di guerra».

Non si sono fatti mancare nulla. Neanche i palpeggiamenti e le molestie a danno di sei amiche sedicenni che col treno tornavano a casa da Gardaland. La tecnica è la stessa usata a Milano, in piazza Duomo, la notte di Capodanno. Le molestie sono avvenute lo stesso giorno del raduno a danno di ragazzine tra i 16 e i 17 anni che stavano rientrando a casa dopo una giornata passata a Gardaland.

Vox

Per ora sono stati individuati trenta appartenenti al branco. Sarebbero loro gli autori delle violenze denunciate dalle minorenni sul treno. Le ragazzine hanno riferito di essere in grado di riconoscere i volti dei loro molestatori. Anche le donne hanno insultato le ragazze bianche. Una delle vittime ha raccontato al Giorno: «Il treno era stracolmo, faceva caldissimo. Volevamo scendere, ma ce l’hanno impedito azionando l’allarme. Abbiamo attraversato varie carrozze e nel tragitto hanno iniziato a toccarci ovunque. Sono scoppiata a piangere e ho avuto un attacco di panico. Mentre andavamo avanti ci toccavano, sentivo l’aria mancarmi. La gente fumava, le ragazze specialmente ci davano delle “bianche”, delle privilegiate e non ci facevano passare». Alla prima fermata, a Desenzano, le vittime terrorizzate hanno implorato aiuto. «Per fortuna – raccontano – un altro ragazzo, anche lui nordafricano, ha spinto via gli amici e ci ha fatto scendere».

L’indagine però si allarga. Le ragazze molestate non sono sei ma già una decina. “C’è anche da capire – riferisce il Corriere – come mai il treno sia stato fatto partire e con quali condizioni di sicurezza visto il sovraffollamento e la presenza di ragazzi che fumavano e «saltavano sui sedili». Domenica la stazione è stata presidiata da agenti in assetto anti sommossa per il timore di un nuovo raduno: decine i ragazzi identificati ma nessun assalto bis”.




5 pensieri su “E’ STATA GUERRA RAZZIALE A PESCHIERA, AFRICANI ESULTANO: «Peschiera è stata conquistata»”

I commenti sono chiusi.