Orrore, immigrato morde carabiniere e gli strappa brandelli di carne

Condividi!

Orribile episodio di violenza a Settimo San Pietro. Ieri pomeriggio un carabiniere della stazione locale, intervenuto con la pattuglia dopo la segnalazione circa un extracomunitario in stato di agitazione, è stato preso a morsi dallo straniero, che è riuscito a strappargli brandelli di carne al braccio e al petto: il militare è stato ricoverato e, probabilmente, dovrà subire un intervento chirurgico. “Una delle tante orribili situazioni cui siamo costretti quotidianamente”, commenta Massimiliano Zetti, Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri (NSC), “nel porgere la solidarietà al collega”, aggiunge, “ci mettiamo a disposizione tramite la Segreteria Provinciale per assisterlo in tutto ciò di cui avrà bisogno. Detto ciò – continua Zetti – dobbiamo però far emergere che i militari delle stazioni non hanno in dotazione il taser, e forse ieri si sarebbe rivelato di vitale importanza per l’incolumità del collega. Nonostante ciò, siamo a conoscenza che le pattuglie del NORM della Compagnia Carabinieri di Quartu escono in servizio senza avere al seguito i taser, pur essendo stati distribuiti al Reparto e il personale addestrato all’uso. Il Nuovo Sindacato Carabinieri chiede, a chi ne ha la responsabilità, di superare questa impasse, attesa la necessità e utilità dello strumento che aiuta ad evitare i contatti ravvicinati con le persone esagitate a tutela della salute degli operatori su strada. I pochi taser in dotazione alle forze di polizia sono stati uno specchietto per le allodole per l’opinione pubblica ma non per i Carabinieri che ogni giorno devono fare i conti con violenti e esagitati pronti a tutto”.

Orrore a Settimo San Pietro, extracomunitario morde un carabiniere e gli strappa brandelli di carne




4 pensieri su “Orrore, immigrato morde carabiniere e gli strappa brandelli di carne”

  1. Andava abbattuto senza se’ e senza ma.
    Un essere simile di umano non ha nulla: o è un cane rabbioso o un indemoniato.

I commenti sono chiusi.