Bahrein, lo Stato islamico che impicca i dissidenti compra il Milan: una dittatura sostenuta dalle armi saudite

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dopo il tweet del presidente di Investcorp Alardhi, arriva un altro tweet, addirittura dell’ambasciata del Bahrain nel Regno Unito. Ancora più esplicito perché, di fatto, ufficializza la trattativa per l’acquisto del Milan da parte del fondo arabo, con tanto di cifra sul tavolo: 1,1 miliardi di dollari, equivalenti a 1 miliardo di euro.

Uno Stato islamico, dittatoriale, che compra una società di calcio italiana.

Un Paese dove è legale la schiavitù islamica:

Kafala, la schiavitù esiste ancora nei paesi islamici

Lo Stato è una dittatura islamica sunnita. La popolazione è a maggioranza sciita ma è governata da una famiglia reale sunnita sostenuta dalle armi dell’Arabia Saudita. Con leader dell’opposizione impiccati.

Sanzioni alla Russia, porte aperte ai beduini arricchiti che martorizzano la popolazione e impiccano i dissidenti.




5 pensieri su “Bahrein, lo Stato islamico che impicca i dissidenti compra il Milan: una dittatura sostenuta dalle armi saudite”

  1. Sicuramente i nuovi proprietari beduini del Milan cambieranno il suo logo. Che come sappiamo riporta la Croce di San Giorgio, simbolo del Comune di Milano.

I commenti sono chiusi.