La carovana islamica: “Vogliamo venire tutti in Italia” – VIDEO

Condividi!

Tutti vogliamo andare in Italia”, col Pd al governo è la meta più ambita dei clandestini:

Parliamo di migliaia di clandestini islamici che sono ormai da anni in marcia verso l’Italia. E che in Italia entrano. Armati.

Più di 20mila sono ammassati sul confine bosniaco-croato per cercare di entrare e poi dilagare verso l’Italia e il resto dell’Europa occidentale.

Altre migliaia sono in attesa di essere trasferiti dalle isole greche alla Grecia continentale per poi mettersi in marcia.

E come riportava mesi fa il più grande quotidiano austriaco, Kronen Zeitung, citando dati e informazioni del governo austriaco, sono armati. E molti sono già passati. In Italia ne entrano trecento al giorno. Lamorgese ha dato ordine di non respingerli in Slovenia.

Clandestini che, come un esercito nemico, si sono ammassati ai confini Ue della Bosnia.

Secondo un rapporto dello scorso anno, il 95 percento dei clandestini che da anni è li ammassato è giovane e maschio, molti di questi immigrati – se non tutti – sono armati di coltelli. La maggior parte arriva dal Pakistan, dall’Iran, dall’Algeria e dal Marocco.

Sono questi:

Islamici in marcia: “Vogliamo andare in Italia” – VIDEO

Ne sono entrati, in Italia, migliaia l’anno negli ultimi anni. E mentre la Francia ci rimanda indietro quelli che becca in territorio francese, noi non facciamo lo stesso con la Slovenia.

E sapete come arrivano? Pagati anche da voi.

Secondo la polizia croata, ai clandestini che attraversano i Balcani, vengono distribuite carte di credito prepagate: “I migranti illegali che rispediamo a casa, nel giro di pochi giorni si ripresentano per provare e rientrare in Croazia. La maggior parte di loro è ben equipaggiata, con scarpe e vestiti nuovi, smartphone sofisticati e di ultima generazione, persino armi. E tutti hanno in dotazione una Mastercard senza nome ma con la dicitura Unhcr e un numero stampigliato. Quello che non ci spieghiamo è da quale conto ritirino i soldi dagli sportelli automatici”.

In realtà la spiegazione è molto semplice. Lo ha spiegato Tara Nathan, vice-presidente esecutivo di Mastercard in un’intervista.

VERIFICA LA NOTIZIA

Mastercard in accordo con Mercy Corps, organizzazione ‘umanitaria’ con sede negli Usa che, spiega la vice-presidente di Mastercard, “ha permesso la distribuzione di carte prepagate ai rifugiati in tutta la Grecia e in Serbia“ nel “primo programma della regione a sfruttare un sistema di pagamento senza contanti per coloro che cercano sicurezza in Europa. Il modello – osserva Nathan – consente ai rifugiati di acquistare beni in modo più efficiente senza spendere troppo”.

E al finanziamento di questa distribuzione di carte di credito partecipa anche l’Unione Europea: soldi vostri. Soldi che i clandestini usano per venire a casa vostra, armati.

Magari anche per muoversi nell’ombra, visto che sono anonime.




3 pensieri su “La carovana islamica: “Vogliamo venire tutti in Italia” – VIDEO”

  1. In realtà lo siamo per loro.
    Essendo carne per le coop che ci lucrano, i bastardi che le gestiscono caricano tuto sul conto dei contribuenti.
    Per cui ci salasseranno di tasse e l’iva salirà.

I commenti sono chiusi.