L’algerino vien di notte col barcone e finisce subito in hotel Sardegna

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Ieri notte a Domus de Maria, i carabinieri della locale Stazione unitamente ai colleghi della Stazione di Sarroch sono intervenuti per una segnalazione giunta alla centrale operativa dell’Arma di via Nuoro a Cagliari, presso la spiaggia di “Su Giudeu” sita in località Chia, accertando lo sbarco di 17 stranieri di presunta nazionalità algerina, 14 di sesso maschile e due di sesso femminile una delle quali verosimilmente minorenne, nonché un ragazzo di evidente minore età. Tutti si presentavano in buone condizioni di salute e totalmente sprovvisti di documenti di riconoscimento. Gli stessi sono stati quindi trasferiti presso il centro di accoglienza di Monastir, a bordo di un mezzo della ditta convenzionata, scortato da personale della Stazione di Sarroch. Il natante dotato di un motore fuoribordo da 40 cavalli è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro. L’Autorità Giudiziaria cagliaritana è stata informata di quanto accaduto.

Uno Stato allo sbando.

Rapine, pestaggi e clandestini: arrestato un altro clandestino nel centro di accoglienza di Monastir




6 pensieri su “L’algerino vien di notte col barcone e finisce subito in hotel Sardegna”

  1. Io sono di origine modenese, della bassa, ma abito in provincia di Bologna, da ventun anni.
    Oltre alle tigelle vale la pena assaggiare i borlenghi, che sono una sfoglia sottilissima, a base di acqua e farina, della dimensione di una crêpe ripiegata in quattro e farciti con lardo, aglio e parmigiano reggiano. È sottilissima ed è una vera leccornia. I borlenghi sono tipici della montagna e collina tra Modena e Bologna. A Castelvetro di Modena, c’è la sagra del borlengo, a giugno.

I commenti sono chiusi.