Draghi prepara la stretta anti-proteste: il regime è terrorizzato dal popolo

Condividi!

Da ora in poi non ci sarà più spazio per il dissenso, la nuova linea dettata dalla presidenza del Consiglio prevede una stretta per stroncare le proteste sul nascere.

Domani si parlerà anche di questo nel Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza convocato dal ministro Lamorgese. Si discuterà di come alzare il livello di attenzione e di quali indicazioni dare a chi in strada gestisce le manifestazioni, che da ora in poi dovranno essere statiche, meglio pianificate e lontane dai luoghi sensibili.

VERIFICA LA NOTIZIA
05
Soprattutto l’intelligence dovrà monitorare gli ambienti più estremisti, quelli che hanno dimostrato di essere capaci di cavalcare il malcontento di chi vuole fermare la «dittatura» del green pass. Volti mai visti, di gente nuova alle proteste ma comunque pronta ad andare fino in fondo.

Anche i servizi sono in stato di allerta. Il Copasir ha predisposto l’audizione del direttore dell’Aisi, il generale Mario Parente, e sollecitato un’informativa urgente alla Lamorgese. Gli analisti, intanto, cercano di capire come sabato si sia potuti arrivare a tanto. Certamente sono stati sottovalutati i numeri: si aspettavano circa 3mila persone, e su quella cifra era stato tarato il dispositivo di ordine pubblico, ma ne sono arrivate molte di più, forse 10mila. «Solo nelle ultime ore prima dell’evento – ha ammesso il prefetto Matteo Piantedosi – è stato possibile rilevare un livello della partecipazione non solo quantitativamente molto elevato, ma pure caratterizzato dalla variegata composizione dell’adesione alla manifestazione», con «persone comuni» sommate a «gruppi organizzati di facinorosi». L’errore principale è stato probabilmente questo. Non a caso ora l’input è quello di potenziare il monitoraggio della galassia no vax e dei movimenti che la sostengono, a partire dai social.

Erano centomila. E saranno molti di più. Avevano organizzato tutto per creare disordini con agenti infiltrati ma gli è sfuggito di mano.




15 pensieri su “Draghi prepara la stretta anti-proteste: il regime è terrorizzato dal popolo”

  1. Quindi x questi pagliacci bisognerebbe manifestare fermi e in piedi, con la manina alzata a cbiedere il permesso di parlare e pozsibilmente in luoghi isolati il tutto previa autorizzazio e…
    Ma tornate nel culo di vostra madre!!!!

    1. Sai che gli scioperi in Corea del Sud sono molto simili a come li descrivi? L’unica differenza è che l’unico che parla è il “capetto” che urla slogan col megafono. Gli altri di solito sono tutti in silenzio. Abbastanza inquietante.

      1. Quello che trovo inquietante anzi, che mi fa sbarellare, é che chi ha le armi ubbidisca a queste larve che occupano le poltrone.E’ contro natura, come un leone che scappa davanti a una formica.Basterebbe 1 attimo a ridurli all’impotenza e invece gli reggono la candela!Per cosa?Mantenere questo distopico status quo?Paura del caos?Ma LORO sono il caos!
        Quindi non é la forza fisica ma quella psicologica a prevalere e non me ne capacito visto l’inferno in cui ci hanno condotto!

        1. Esatto. Purtroppo, il poLLiziotto non ha un cervello funzionante: perlomeno finchè ha la divisa. Non gli è richiesto di pensare, mentre la indossa: tanto che nemmeno si rende conto che chi lo scaglia contro la gente è lo stesso bastardo che lo fa mangiare sui marciapiedi senza greenmerd.
          Per lui, tolto il ricatto dello stipendio, chiunque attaccasse “chi rappresenta la nazione” è un “nemico della repubblica”, pur qualora si trattasse di moti di popolo insorti a centinaia di migliaia contro TRADITORI che rappresentano interessi privati e di altri stati come big pharma e NATO: cioè CIA), per i quali non si peritano d’infettare a tutti i costi un’intera nazione. inclusi i poLLiziotti stessi…
          Se solo questi ultimi capissero che basterebbe 1 minuto per unirsi alla gente e defenestrare questi ILLEGALI TRADITORI senza colpo ferire nè subire! Ma c’hanno l’uniforme… E poi vengono a scrivere a Vox lamentandosi!

    2. Questi vanno ABBATTUTI. Senza se e senza ma. Stammerda non è altro che l’espressione dell’idiozia del primo della classe bacchettone e secchione, diventato arrogante dopo aver conseguito il potere col quale ottenere tutto quel che non avrebbe mai potuto ottenere con il proprio corpo e quindi per vendicarsi della gente che lo prendeva a calci da piccolo. Stammerda di traditori deve essere ELIMINATA.

  2. 10 mila? Piazza del Popolo ha una superficie di 17.000 mq e può contenere fino a 60-70 mila persone. L’area sabato scorso era gremitissima, per cui erano molti di più di 10 mila persone, bugiardi.

  3. “Sono di piu’ Molti di piu” . ma tanto ora “monitorano la galassia “no vax” ” , caspita è cambiata la cosmogonia dell’universo….allora davvero la terra e piatta!
    “Cavalcare le proteste” già sentita …Scontri Catanzaro anni 70?
    Fra un po usciranno che centrano i Nar , il PCC poi Kissinger e magari diranno che A Moro è nascosto al lago della Duchessa!
    Dja vu

    1. Qua se ci si unisce un qualche centinaio di migliaia scappano a gambe levate. Le mazzate che hanno preso a mani nude davanti al portone della CGIL la dicono lunga. La gente S’E’ SCASSATA LA MINCHIA! DRAGHI & C. IN GALERA!

  4. … sono giò comparse magari le scritte sui muri “Draki boia”? é gia’ stato rivendicato l’attacco al cuore dello Stato contro il S.I.M.? …..perbacco che deja vu! Codesta testata è stata marchiata come un covo di criptici “no cax” pronti a “cavalcare la tigre”?

    Sono proprio dei geni di fantasia incompresa quelli del governo!

  5. nella chat di luca donadel su telegraph ieri sera hanno testimoniato anche due presenti. Uno ha detto che il grosso dei manifestanti è stato ad un certo punto accerchiato dalla polizia che poi ha sparato lacrimogeni e caricato…. questo mi è sufficiente per dedurre che cercassero il morto o la strage causando il caos tra la gente come in una tonnara, probabilmente questo avrebbe poi giustificato misure più coercitive in seguito… …ma gli è andata male. Vabbè si rifaranno sabato prossimo. Il loro obbiettivo tanto non cambia.

  6. Quella del “vietare i cortei” è un’uscita semplicemente patetica. C’è gente riunita in una piazza. A un certo punto, decidendo ciascuno di testa propria (qualcuno li obbliga?) si incamminano. Essendo stati in gruppo nella piazza, è OVVIO che nel loro camminare si muoveranno altrettanto in gruppo, che altro potrebbero fare? Cosa distingue un “corteo” da gente che cammina in gruppo nella stessa direzione? Vigliono vietare di camminare in gruppo per la stessa via? Allora occorre vietare anche le cosiddette “vasche” che sono abituali in ogni via principale di ogni città…

    Dimenticavo… l’han già fatto… l’han chiamato “distanziamento sociale” e lockdown.

Lascia un commento