Morisi, parla il prostituto romeno: “Prendo 4mila euro a botta”

Condividi!

Repubblica, pur di smerdare Morisi, tra l’altro molto bravo a farlo da solo, mette in evidenza cosa vengono a fare i migranti in Italia.

E’ stata una trappola. E, comunque, Morisi non dovrà più fare politica.

“Quella notte mi ha distrutto la vita, la droga dello stupro l’ho avuta da lui”. Sul sito di Repubblica spunta la testimonianza di uno dei presunti partecipanti al presunto festino gay in casa di Luca Morisi, lo scorso agosto, l’ex social manager della Lega, finito indagato per una presunta cessione di sostanze stupefacenti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il quotidiano online rilancia il racconto del ventenne romeno nel frattempo rientrato in patria: “Eravamo – si legge nell’articolo di gossip – in tre nella cascina, con me anche un mio amico connazionale, siamo stati contattati via web”.

“Sono un modello ma per necessità mi prostituisco. Il compenso era di 4 mila euro per una giornata, rivelando che durante il festino “a un certo punto mi sono sentito molto male a causa delle sostanze assunte, sono scappato dall’abitazione e ho chiamato io i carabinieri”.

La vicenda è sempre più bizzarra. Comunque è la dimostrazione che chi ha certi ‘gusti’ non può fare politica.

«Del caso Morisi non deve suscitare scandalo la debolezza di una persona che riconosce di aver sbagliato (e alla quale, come ha detto Salvini, va tesa una mano). Ma la barbarie di certo giornalismo che maciulla le persone e trascina le vite private nella lotta politica». A scriverlo su Twitter è Vittorio Sgarbi, intervenendo così sulla vicenda legata alla droga che ha coinvolto l’ex social media manager della Lega Luca Morisi.

Sul fronte dell’inchiesta del caso Morisi, l’avvocato dell’ex spin doctor di Salvini, Fabio Pinelli, conferma di aver già manifestato all’Autorità Giudiziaria la piena disponibilità del suo assistito a chiarire tutti gli aspetti della vicenda. Il legale ha ribadito la piena convinzione della irrilevanza penale della condotta di Morisi, il quale non ha mai posseduto il flacone contenente il liquido oggetto di accertamenti.

Il comportamento di Morisi non è penalmente rilevante, ma è moralmente riprovevole.




12 pensieri su “Morisi, parla il prostituto romeno: “Prendo 4mila euro a botta””

I commenti sono chiusi.