Parroco contro sbarchi: «Fingono di fuggire da guerre smettiamo di soccorrerli» – VIDEO

Condividi!

Non tutti i preti sono venduti alla religione dell’invasione. Anzi, la maggioranza la pensa in maniera diametralmente opposta. Fedele al Cristianesimo.

VERIFICA LA NOTIZIA
Come si può ascoltare nella predica anti immigrati del parroco di Sora, don Donato Piacentini, nella città che in quei giorni aveva visto i migranti protagonisti di numerose violenze.

Il sacerdote, nel corso delle celebrazioni per il patrono San Rocco, dal pulpito allestito in piazza, si era scagliato contro quelli che «vanno a soccorrere persone che hanno telefonini o catenine e catene al collo e che dicono di venire dalle persecuzioni. Ma quali persecuzioni? Guardiamoci intorno, guardiamo la nostra città, la nostra patria. Guardiamo le persone accanto, che hanno bisogno e quante ne ho conosco io, sono tante, tantissime, una marea che si vergognano del loro stato di vita». Standing ovation. Papa subito.

Le parole vennero accolte da applausi ripetuti della folla. E qualche misero contestatore.

Infatti, quando parliamo di ‘richiedenti asilo, a parte una manciata di persone che fugge realmente da persecuzioni, parliamo essenzialmente di profittatori che sfruttano le nostre stupide leggi per farsi mantenere anni in hotel. E nel frattempo spassarsela e delinquere. Per poi fare il salto verso il benessere a spese nostre.

Come Omar. Che dopo anni di mantenimento in Italia decise di partire per la Francia, lasciando un centro di accoglienza modenese. Essere mantenuto non gli bastava più. Vitto e alloggio non gli bastavano più. I 75 euro per gli stravizi non gli bastavano più.

Così decise di auto-finanziare la sua fuga molestando le persone nei parcheggi: «Un ragazzo senegalese mi ha cacciato in malo modo – spiegava Omar – mi ha detto che quello era il suo territorio e che dovevo cercarmi un altro posto».

Cosi provò al Policlinico a fare il parcheggiatore abusivo. Non funzionò, anche in quel luogo c’erano già dei nigeriani. «Meglio non scherzare con i nigeriani, ci mettono un attimo ad alzare le mani, persino in Africa sono considerati un popolo a parte, famigerato per la violenza e la criminalità», raccontava Omar.

Poi la confessione: “Nel mio paese non c’è la guerra, non ci sono conflitti etnici, c’è solo molta povertà e criminalità diffusa”.

Ma noi lo abbiamo mantenuto anni come profugo. E come lui altre centinaia di migliaia.




8 pensieri su “Parroco contro sbarchi: «Fingono di fuggire da guerre smettiamo di soccorrerli» – VIDEO”

  1. questo ha fatto la scoperta dell’america
    quasi ci sono arrivati prima i leghisti che lui

    adesso il ministro leghista Lamorgese
    li andra a prendere in aereo dall’afganistan
    che scappano dai talebani

  2. Attento don che non la senta bergoglio, altrimenti parte la scomunica. O che qualcuno lo faccia fuori fisicamente, è troppo scomodo perché dice la verità.
    Questo è uno dei pochi preti che seguono la “Sacra cristiana chiesa” e non la “Sacra romana chiesa”. Sembra la stessa cosa, ma non lo è.

    1. “Questo è uno dei pochi preti che seguono la “Sacra cristiana chiesa” e non la “Sacra romana chiesa”. Sembra la stessa cosa, ma non lo è.” esiste la Chiesa Cattolica Apostolica Romana. Le altre definizioni di Sacra cristiana chiesa e Sacra cristiana chiesa risultano inventate.

      1. Per IgG
        La sacra cristiana chiesa è un mio neologismo, ma di fatto è la Chiesa che vuole Cristo, come sta scritto nella bibbia. Se a qualcuno non va bene, mi spiace, non sono offensiva e comunque ci sono persone che si inventano cose più gravi della mia.
        Buona giornata.

Lascia un commento