Sposa africano e lui la massacra: “Sei vecchia, mantienimi. Parlami solo da inginocchiata”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Una storia tipica delle coppie multirazziali al tempo dell’immigrazione di massa, violenta e ridicola al tempo stesso, che arriva da Roma.

Una 54enne affamata sposa un ghanese più giovane di 25 anni e inizia il suo viaggio nell’inferno africano.

Già, perché dal giorno delle nozze, celebrate tre anni fa, il ghanese ha iniziato a pestarla e mortificarla. “Sei vecchia, mi devi mantenere. Perché pensi che ti abbia sposato. Sei più anziana di mia madre”, la insulta.

Qualche settimana fa l’ultima aggressione, sul pianerottolo di casa a Tor Vergata, con due costole fratturate. Omar P., 27 anni, è stato così arrestato.

Ma non soltanto le botte. Il ghanese la costringeva a parlargli da inginocchiata. Ma non solo: per ricattare la moglie, dipendente di un call center, si era appropriato delle password usate da lei per accedere al sistema informatico aziendale fino a farla licenziare per le sue continue intrusioni. Il giovane pretendeva una paga per il suo ruolo da marito, costringendo se necessario anche la suocera a corrispondergli del denaro.

Solo le disperate sposano questi individui. Serve una legge che protegga queste persone fragili dal commettere certi errori. Anche perché poi è la società nel suo complesso a subirne le conseguenze: i matrimoni di questo tipo devono essere proibiti per legge.

Dopo anni di umiliazioni, la donna ha deciso di uscire allo scoperto, di denunciare, il tutto dopo essere stata lasciata agonizzante sul pianerottolo. “In un momento di disperazione ho tentato di tagliarmi le vene, non mi ha soccorso”. “Vuoi ucciderti? Mi prendo l’eredità”, le rispose il ghanese.

Coppie miste.




13 pensieri su “Sposa africano e lui la massacra: “Sei vecchia, mantienimi. Parlami solo da inginocchiata””

  1. Tra le notizie riferite sul fatto, non viene precisata la “religione” del ghanese : potrebbe apparire un dato secondario, ma non lo è.
    musulmano, cristianoide, o animista, o altro, che colui fosse, il suo comportamento fa concludere che NON deve vivere in Italia.
    Da domandarsi = quanti comprenderanno ?

  2. non ce ne frega niente! bravo al negro cosi si fa, gli esseri inferiori si frustano a prescindere dal colore della pelle, questa è solo una vecchia rincoglionita che voleva portarsi appresso il trofeo, ma non ha capito che era lei stessa la preda della bestia… cretina!

  3. “Sei vecchia, mi devi mantenere. Perché pensi che ti abbia sposato. Sei più anziana di mia madre” non un insulto ma una ovvietà…sono il sogno delle nazfemminisite tipo la smurgia e l’arcipelago delle zecche immogrofiler

  4. Lui ha fatto 13 al Totocalcio: ha trovato una over50 vogliosa di fallo negroide disposta a mantenerlo. Eh sì, perché queste troie, mentre all’italiano gli chiedono il 730 e gli dicono di andare a lavorare, con loro sono estremamente buone e generose, perché sono “poverini” ed è giusto mantenerli. Ma questo a prescindere dalla loro età.

    I ne(g)ri sono esseri senza dignità, parassiti che non ne mangiano di lavoro neanche a brodo, eppure sono numerosi quelli che trovano le troie bianche che li mantengono. Non c’è che dire, sono fortunati, è il loro periodo.

    1. “, mentre all’italiano gli chiedono il 730 e gli dicono di andare a lavorare, con loro sono estremamente buone e generose,”

      Due ex mi hanno mollato con la solita frase: “non si può campar d’amore”.

      Ed ero alla vigilia di un nuovo contratto lavorativo.

  5. Dunque, di coppie “miste” ne ho viste tante, ma credo che questa le batta tutte. Comunue, la tizia era ed è completamente fuori di testa, urge TSO; per la prima volta in vita mia spero che la denuncia nei confronti dell’africano venga archiviata.

    Ma come mai Boldrini Kyenge Fiano ecc. non commentano quanto accaduto? Silenzio di tomba…

Lascia un commento