Battisti trasferito a Ferrara: non sopportava i detenuti musulmani

Condividi!

Cesare Battisti è stato trasferito nel carcere di Ferrara. A renderlo noto è il Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe).Il terrorista era detenuto a Rossano (Cosenza), ma non sopportava la presenza di detenuti musulmani.

“Cesare Battisti, probabilmente anche grazie al sostegno politico ricevuto, è stato trasferito dal carcere di Rossano, istituto a lui non gradito, a quello di Ferrara – dice Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto Sappe – Ricordiamo che tra gli omicidi commessi da Battisti vi è anche quello del maresciallo Santoro, allora comandante del carcere di Udine. Speriamo che adesso sconti la pena prevista, cioè l’ergastolo, considerato che per tanti anni si è sottratto alla giustizia e che per i famigliari delle vittime ci sia il giusto risarcimento”.

Il trasferimento di Cesare Battisti dal carcere di Rossano a quello di Ferrara nasce, a quanto si apprende, da esigenze di sicurezza, rese necessarie dopo che lui stesso aveva manifestato la sua protesta perché non voleva stare con detenuti islamici.

Pensate. Invece noi li dobbiamo sopportare nei nostri quartieri.




7 pensieri su “Battisti trasferito a Ferrara: non sopportava i detenuti musulmani”

  1. Se la popolazione carceraria è composta dal 40% da detenuti stranieri, di cui la maggioranza musulmana, è chiaro che tutta questa marmaglia che abbiamo accolto, proveniente coi barconi o dal confine friulano, sono quasi tutti delinquenti, mantenuti da noi contribuenti. La sinistra, in primis il PD, si deve assumere la responsabilità di questa catastrofe che ha ridotto l Italia uno Stato pericoloso per i suoi cittadini Italiani. Gli unici che hanno diritto di viverci

  2. Si sara’ stufato di farsi inculare dai beduini, si è fatto trasferire a Ferrara dove il carcere è pieno di negri , starà Cercando una nerchia negra da farsi intronizzare ricchione di merda comunista

I commenti sono chiusi.