Bergoglio rimuove il parroco anti-mascherina ma non quello che ospita spacciatori in chiesa

Condividi!

Don Minoni non è più il parroco della chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano.

E’ stato trasferito don Diego Minoni, sacerdote ‘no mask’ di Vanzago, paese alle porte del Milanese, dove le sue omelie e le sue osservazioni contro la ‘museruola’ ovvero la mascherina e i diritti lesi in tempi di Covid, avevano fatto alzare più di qualche sopracciglio.

A comunicargli la decisione è stato monsignor Luca Raimondi, vicario episcopale per la zona pastorale di Rho e vescovo ausiliario. Ora è a disposizione dei padri oblati, di cui fa parte.

Se parli contro le mascherine all’aperto sei fuori. Se ospiti centinaia di clandestini, spacciatori e ladri in chiesa no. Anzi: Bergoglio ti manda un assegno.




4 pensieri su “Bergoglio rimuove il parroco anti-mascherina ma non quello che ospita spacciatori in chiesa”

  1. Viene sostituito da don Simone Maggioni di anni 40, già “il più giovane consigliere comunale d’Italia” nel 1999. Due mandati alle spalle come assessore alla cultura di Castello di Brianza, seminario a Venegono a partire dal 2009. Ordinato nel 2014 da Angelo Scola. Ex incaricato della pastorale giovanile presso la stessa parrocchia (Vanzago + Mantegazza con Rogorotto).
    Se avessi delle domande proverei a contattarlo al numero 02/9340932 dalle 9 alle 11 salvo festivi e prefestivi.

    1. Anzi, per chi abita nelle vicinanze si può organizzare uno “scherzo da prete”:

      Orari Confessioni:
      a Vanzago tutti i giorni dalle 7 alle 8 e il sabato dalle 16.45 alle 17.50 presso il Santuario. Salvo eccezioni anche prima e dopo ogni Santa Messa.
      a Mantegazza da martedì a venerdi 6.30 – 8.30 e 16.30 – 17.30
      Anche sabato e domenica eccetera eccetera.

Lascia un commento