Ue, pass Covid avrà valore legale e Zaia è d’accordo: “Chi non è vaccinato sarà giustamente discriminato”

Condividi!

Il pass verde Covid “sara’ una proposta legislativa. Quindi non sarà un optional, ma avrà il valore di uno strumento legale sulla base dei Trattati per il libero movimento. Una volta presentato ai leader, al vertice del 25 marzo, sulla base di questo saranno fatti i passi per organizzare la mobilità vera e propria”. Così il vicepresidente della commissione europea, Margaritis Schinas, nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri della Salute Ue.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per il governatore Luca Zaia le campagna di immunizzazione in corso non potrà che portare ad un ‘passaporto vaccinale’. “Penso che lo stato vaccinale finirà sul passaporto – afferma – Una discriminazione? Si, perché c’è chi non si può vaccinare, e deve avere diritto a viaggiare come gli altri. Però è inutile fare tutte queste elucubrazioni. La verità va nella direzione che se non sei vaccinato ci saranno delle strutture che non ti permettono di accedere. O guardiamo in faccia alla realtà, o apriamo un salotto per discutere una vita sull’opportunità o meno”.




11 pensieri su “Ue, pass Covid avrà valore legale e Zaia è d’accordo: “Chi non è vaccinato sarà giustamente discriminato””

  1. All’inizio il problema sarà solo per chi deve viaggiare fuori dall’italia,poi quando si renderanno conto che la gente non si vuole vaccinare,lo estenderanno anche per tutti gli ambienti pubblici,tipo ristoranti,bibbioteche,ecc…. e li inizierano i problemi.

  2. mi censurano anche i miei post

    e’ chiaro che sono leghisti
    che vivono nella favola
    per cui la lega serve ad opporsi all’immigrazione

    ah ah ah
    ah ah ah
    ih ih ih ih
    ah ah ah eh eh ah
    rido con le lascrime

    1. E cosa hai postato?Ah, già, se l’hanno censurato…
      Però non ridertela troppo che ci stai anche tu nello stivalaccio anzi, come diceva il sergente alla naja “NON C’È UN CAZZO DA RIDERE!”.

  3. Ci faranno anche il pedigree? Come ai barboncini? Come ai gatti? Magari poi arriviamo anche a castrare i maschietti per renderli più tranquillini?

    E’ fantastico che ci siano persone che riescono a vedere anche solo una minima traccia di positività in una roba come l’accesso ai luoghi vincolato alla disponibilità o meno di un certificato vaccinale. Ma… varrà anche per chi ha l’epatite? L’AIDS? La tubercolosi? La scabbia? Io vorrei vedere un certificato per tenere fuori dai luoghi di ampia circolazione pubblica le prostitute (o i prostituti) e i loro clienti (o le loro clienti), per dire, perché anche costoro sono una bella bomba sanitaria, eh! Oppure, molto meglio, non sentire neppure parlare di questo genere di carognate.

  4. “Ma… varrà anche per chi ha l’epatite? L’AIDS? La tubercolosi? La scabbia?”… aggiungici anche la lebbra, la sifilide, la peste bubbonica… vuoi scherzare? paragonare tutte queste sciocchezzuole alla “pandemia” (ripeto per la centesima volta: INESISTENTE) di fantacovid?… ti dà di volta il cervello?… guarda che per questo genere di inappropriati paragoni puoi ritrovarti la Digos a casa…

  5. A me il “documento da monatto” non lo fate?
    Anche perchè rischiate di ricevere la stessa risposta che ho ricevuto da mia figlia oggi pomeriggio:
    – “Piccola, la mascherina…”
    – “Perchè? Altrimenti prendo il coronavirus?”
    – “Eh, hai ragione anche tu…”

Lascia un commento