Record, con Lamorgese 34mila sbarcati nel 2020

Condividi!

Nel 2020 l’anno segnato dallo scoppio della pandemia Covid-19 si è registrato in Italia un aumento degli sbarchi che sono stati 34mila. La crescita degli sbarchi è avvenuta dopo due anni di diminuzione (sono stati 23 mila nel 2018 e 11 mila nel 2019).

Sono calate invece nel 2020 le richieste d’asilo – per effetto del crollo degli sbarchi dell’anno precedente quando Salvini non l’avevano ancora rapito gli alieni – che sono state 28 mila (contro le 43.783 del 2019). In calo anche il numero di nuovi permessi di soggiorno: nei primi 6 mesi del 2020 (ultimi dati disponibili) sono stati concessi a cittadini non comunitari circa 43 mila nuovi permessi di soggiorno, meno della metà del primo semestre 2019.

“Nonostante la ripresa degli sbarchi il fenomeno migratorio nel nostro paese mostra i segnali di una fase di relativa stagnazione. Tale tendenza potrà verosimilmente accentuarsi anche a seguito della crisi economica che il post-pandemia porterà con sé, rallentando gli arrivi e incentivando la mobilità degli stranieri e naturalizzati (quelli che si sono rubati la nostra cittadinanza) verso altri Paesi”




Lascia un commento