MIGRANTE STUPRA DUE BAMBINE DI 12 ANNI E NE METTA INCINTA UNA

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Incinta a 12 anni, dopo essere stata violentata dal cugino PERUVIANO. Succede a Rimini, all’interno della comunità peruviana cui appartengono sia la giovanissima vittima sia LO STUPRATORE. E’ emerso che il 23enne aveva molestato anche un’altra bambina di 12 anni, cugina della piccola rimasta incinta. SONO TUTTI ‘CUGINI’.

IL PERUVIANO è finito in carcere con l’accusa di atti sessuali con minori e violenza sessuale aggravata. L’inchiesta, coordinata dalla Procura della repubblica di Rimini, ha preso il via lo scorso 4 novembre, quando una coppia di giovani genitori peruviani ha chiesto l’intervento dei carabinieri di Riccione, subito dopo aver scoperto che la propria figlia dodicenne era incinta all’ottavo mese.

Era stato il pediatra a indirizzarli verso controllo ospedalieri più approfonditi, insospettito dal rigonfiamento dell’addome della piccola. Al termine della visita specialistica all’ospedale di Riccione e ricevuto il responso dei medici, la minore aveva quindi raccontato ai propri genitori di aver avuto rapporti sessuali completi con il proprio cugino ventitreenne, al quale i genitori l’avevano affidata quando dovevano assentarsi per motivi di lavoro.

I genitori si sono quindi rivolti ai carabinieri. I militari hanno ricostruito non solo i fatti oggetto della denuncia, ma anche che l’uomo, a ottobre, aveva tentato ripetuti abusi su un’altra dodicenne. Anche questa bambina era peruviana, oltre che cugina della prima vittima. In particolare, i carabinieri hanno accertato reiterati approcci e palpeggiamenti, a cui fortunatamente la seconda minore era sempre riuscita a sottrarsi.

L’indagato aveva tentato di far perdere le proprie tracce rifugiandosi presso alcuni parenti residenti a Firenze. I carabinieri, però, coadiuvati dai colleghi fiorentini, nella mattinata di ieri lo hanno rintracciato al termine di un lungo servizio di osservazione e pedinamento. Dopo la notifica del fermo per i reati di atti sessuali con minori e violenza sessuale aggravata, lo hanno portato nel carcere Sollicciano di Firenze, dove ora attenderà la convalida del provvedimento.




10 pensieri su “MIGRANTE STUPRA DUE BAMBINE DI 12 ANNI E NE METTA INCINTA UNA”

  1. La natura…. Si la natura dice anche che per partorire bisogna avere l’età giusta. Non penso che la vittima giovanissima abbia scelto una relazione incestuosa, stando al racconto. Ci sono anche donne più grandi di questa bimba, che subiscono violenza, senza averla cercata. Qui più che di “natura”, bisogna parla di uno stile di vita criminale e demenziale, come chi lo sostiene.
    Ribadisco per l’ennesima volta, se ci sono in Italia numerose donne e ragazze, anche giovani, non tutte scelgono di avere relazioni sessuali con persone di questo genere. C’è chi purtroppo, il più delle volte, è vittima e basta, specialmente quando hanno fragilità loro o troppo piccole e facilmente minacciabili.
    La natura demenziale di certi commenti, non fanno altro che aumentare il senso di rabbia

    1. É vero che ad 11 anni iinizia la pubertà femminile, ben tre anni prima rispetto a quella maschile. Quindi a 12 anni una ragazzina ha le prime mestruazioni che la rendono ingravidabile al pari di una 30enne. Però non significa che non sia più una bambina. In realtà lo é ancora perché la pubertà femminile finisce a 18 anni, in cui diventa completamente donna. Quindi le adolescenti sono bambine a tutti gli effetti.

      Ed é anche per queste ragioni di natura biologica che vanno vietati i rapporti sessuali agli adolescenti, che non hanno completato il loro processo di transizione verso l’età adulta. Sono ancora immaturi sul piano psicofisico per avere una sessualità sana e responsabile. E considerato che nei maschi la pubertà si conclude a 21 anni, va ripristinata la maggiore età a quella soglia.

    2. Sono invasori. Mandiamoli semplicemente tutti in culo al loro paese di merda.
      Oh!!! non credete che abbiamo già i nostri piccoli problemi? 50.000 morti per ora… le pezze al culo… un governo criminale che serve la nostra testa su un piatto d’argento a chi ci vuole morti!… E voi vi immischiate nelle vicende private degli stranieri con gli occhi lucidi.
      Buonisti leccapiedi.

  2. Credo che questo nuovo utente volesse dire che al loro paese avere 12 anni ed essere incinte non è un’eccezione ma rappresenta la normalità. Non dimentichiamo che i matrimoni tra cugini sono stati, sino a poco tempo fa, una consuetudine nel nostro civilissimo sud. Se in Italia oggi l’età delle gravidanze si è alzata sino a lambire la menopausa, è anche una delle motivazioni delle basse nascite. Una donna che aspetta di essere egli “anta” per partorire è facile che metta al mondo un bambino con dei problemi.
    Tornando al tema. Loro sono dei primitivi quindi perché stupirsi di certi comportamenti? Quello che mi fa specie è che la nostra comunità debba spendere cifre folli in pedinamenti, sprecando uomini e mezzi che potrebbero essere impiegati per contrastare attività illecite. Semplicemente gli invasori dovrebbero essere altrove, non sul nostro suolo!

    1. Tra i 21 e i 45 anni, il tempo per far figli voi donne ce l’avete. Le basse nascite sono dovute al fatto che la maggior parte delle donne, non solo fa il primo figlio verso i 35 anni, ma si fermano a quello. Certo, dopo i 35 anni la fertilità si riduce, quindi é un miracolo avere anche un solo figlio.

      Purtroppo, la maggior parte delle donne occidentali di oggi, vittima di un plagio mentale operato dai mass media liberalprogressisti, nel periodo di maggiore fertilità fa tutto tranne che sposarsi e fare figli, come la natura gli impone di fare. Però attenzione, quelle musulmane, ne(g)re, ecc., lo possono fare.

Lascia un commento