Terremoto: dopo cacciata PD, nonna Peppina potrà ricostruire casa a Fiastra

Condividi!

Dopo la cacciata del Pd dalle Marche, con l’elezione di un governatore sovranista, Nonna Peppina, simbolo della resistenza dei terremotati del Centro Italia, ha ottenuto il decreto di concessione che le permetterà di avere il contributo per ricostruire la propria casa distrutta dal sisma del 2016. Lo ha confermato il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini in una videoconferenza stampa per fare il punto della situazione a 4 anni dagli eventi catastrofici che sconquassarono interi paesi.

“L’inizio dei lavori per la ricostruzione della casa di nonna Peppina a questo punto dipendono solo dalla ditta incaricata, teoricamente potrebbero iniziare anche domani”, ha spiegato. A giugno il commissario aveva fatto visita alla 97enne nella sua casetta di legno costruita nella frazione di Moreggini di Fiastra, Comune dell’Appennino marchigiano in provincia di Macerata. Dopo il sisma nonna Peppina dovette lasciare la casetta temporanea, sequestrata perché ritenuta abuso edilizio.

Nei mesi successivi, dopo le proteste popolari, le venne concesso di tornarvi e ora attende di ricostruire la sua vera abitazione.




Vox

Un pensiero su “Terremoto: dopo cacciata PD, nonna Peppina potrà ricostruire casa a Fiastra”

  1. Tanti anni sereni a questa povera donnina, ricordo quando mandarono 12 poliziotti x sfrattarla, CONIGLI PARTIGIANI DI MERDA!!!!Solo nella repubblica dei kompagni leccanegri si può infierire su una donna anziana e indifesa!FIGLI DI TROIA DEL 25 APRILE, CONIGLI NASCOSTI NEI BOSCHI!!!!
    Che questa donna possa vivere abbastanza da vedere giustiziati tutti i komunisti, annientati negrislamici e rinascere il paese!
    Auguri nonna!!!

Lascia un commento