Slovenia respinge italiani ma lascia passare clandestini verso l’Italia

Condividi!

La Slovenia chiuderà da lunedì i confini con l’Italia, vale a dire con il Friuli Venezia Giulia.
Sarà consentito ai cittadini italiani soltanto il transito nel Paese (entro 12 ore) per raggiungere altre destinazioni. Lo riportano i media locali rifacendosi a una decisione del governo di Lubiana presa nella tarda serata di ieri in seguito all’aggravarsi dell’epidemia da Covid-19.
Non si escludono controlli sanitari ai valichi. Sarebbero esclusi dalla disposizione, i lavoratori transfrontalieri.
Il Friuli Venezia Giulia è considerata dalle autorità slovene una tra le 14 regioni italiane zona rossa.

Il nostro governo ha fatto rientrare il virus anche attraverso i Paesi Ue confinanti, ma loro fanno presto a chiudere noi. Tranne, ovviamente, per i clandestini che dalla Slovenia vengono in Italia. Quelli possono passare.




Vox

4 pensieri su “Slovenia respinge italiani ma lascia passare clandestini verso l’Italia”

  1. I popoli dei paesi dell’Est Europa sono vissuti sotto il regime comunista. Questo li ha risparmiati dall’ideologia dei diritti umani. Chi li governa è libero di pensare e agire per tutelare lo propria comunità. Gli Italiani e gli europei, invece, sono diventati succubi di questa ideologia che riconosce/garantisce i diritti di tutti (anche dei dei migranti). Il governo sloveno protegge la propria comunità bloccando gli italiani e facendo passare i migranti. Il governo italiano garantisce i diritti dei migranti e agisce contro la comunità italiana, diffondendo i migranti sul territorio, anche se positivi. Vedi: dirittiumani.net/lideologia-dei-diritti-umani

Lascia un commento