Olanda, scoperti “stanze di tortura” in container

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Le autorità olandesi hanno scoperto delle presunte “stanze di tortura’ nascoste all’interno di container trasformati in celle, situati al confine tra Olanda e Belgio. Presumibilmente erano utilizzate da una rete criminale internazionale dedita a rapimenti, riciclaggio e vari traffici illeciti. Sono state arrestate sei persone nell’ambito di una inchiesta condotta dalla polizia britannica e dall’Europol e che ha già portato a centinaia di arresti.

I poliziotti che hanno fatto irruzione in un capannone nel Wouwse Plantage, località olandese nella regione del Nord Brabant, vicino alla frontiera con il Belgio, devono aver immediatamente pensato a una scena di una serie tv sui narcos o comunque a un film dell’orrore. Infatti, all’interno del capannone hanno trovato una “camera della tortura” con tanto di seghe, cesoie, pinze, scalpelli, martelli e altri spaventosi strumenti per la tortura.

Altro che ‘narcos’. Chiedete a Dutroux, visto che è della zona. La cabala globalista è a caccia di bambini da sacrificare.




5 pensieri su “Olanda, scoperti “stanze di tortura” in container”

  1. concordo vox, probabilmente servivono per i malati di mente del deep we, dove si vendono queste schifose cose!
    ma anche x come dite voi per giochino magari dopo un summit, della elite pedosatanicaglobalista del nwo, orrendi demoniaci esseri!
    Mi sa di un racconto del film Hostel o le creepy pasta stories, chissa cosa ne pensano i cagasotto di Reddit , 4chan e altri minkioni informatici!

  2. Mi sembrano piu’ celle per interrogatori, ovvero zone dove adulti venivano massacrati con comodo da bande di criminali e/o servizi governativi. Un servizio segreto straniero che avesse bisogno di sderenare di botte alcune persone per un breve periodo può trovare più comodo gestire dei container che comprare o affittare un mattatoio. Qui più che orge dovevano essere organizzati interrogatori anche radi a furia di dita mozzate ed arti tagliati. Se insabbiato tutto sappiamo quale governo straniero e’ implicato.

  3. Per una volta devo dar ragione a frollini.
    I pazzi ci sono e ci saranno sempre stati e se sono persone ricche e potenti potrebbero anche costruire ‘camere di tortura’ a scopo ‘ludico’, ma in via generale è estremamente più probabile si tratti di camere per interrogatori o ‘punizioni’ tipiche della mala.
    Pensare a cabale con poteri ‘magici’ mi sembra ingenuo prima ancora che inesatto. Ricordatevi che ne ammazzano di più, molti di più, una bomba H o un cannone a rotaia elettromagnetica che il più micidiale incantesimo di pseudo magia nera.
    Tempo fa su un sito chiesi ad una sedicente ‘veggente’ come mai i governi investissero tanto nella ricerca scientifica, gli Usa in particolare centinaia di miliardi nella Darpa, se basterebbe rimpinzare di soldi oltre ogni loro immaginazione quattro sedicenti stregoni con i loro intrugli, e lei mi rispose seccata: è un’altra cosa. Sarà un’altra cosa, fatto sta che perfino le fantomatiche ricerche sull’occulto hitleriane alla fine non gli portarono tanto bene e i tedeschi continuarono a sfornare finché poterono carri armati, missili e mortai.

  4. ne parla anche un noto a parole sovranista italico https://www.maurizioblondet.it/olanda-container-adattati-a-stanze-di-tortura/

    anche se come di default fa quella che si chiama guilty by association…nel senso che parla di siti comolottisti,,,, ma bsta avete fracassato i maroni co ste frasette da 5c!!!!

    Sec i fosse Alex jones vi rutterebbe in faccia la verità, si lui le sa le cose ha dovuto ritrattare xkè li in usa deve lottare contro tutti i media nello stato dell’arte di Grande Sion

Lascia un commento