Zingaretti: “Non lasciamo l’Italia ad amici di Orban e Bolsonaro”, meglio Palamara e Soros

Condividi!

In effetti hanno un difetto che la sinistra post-moderna non perdona: sono stati eletti dal popolo.

“A tutta la maggioranza dico di continuare con questo spirito perché non possiamo lasciare l’Italia in mano agli amici di Bolsonaro e Orban. L’Italia non lo merita per questo dobbiamo unirci e continuare a fare cose giuste perché si possono fare”. Così il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd, Nicola Zingaretti, nel corso dell’inaugurazione dei nuovi spazi del WeGil in largo Ascianghi, a Roma.

Bravi, continuate con questo spirito che finirà benissimo. Per tanti della sinistra moderna è chiaro l’intento criminale, Zingaretti è invece proprio deficiente, non è nemmeno colpa sua.

Non vi aspettate che il governo cada per la presa di coscienza di uno dei partiti che lo compongono, non hanno né coscienza né cervello. Cadrà presto ma per consunzione di senatori. Ne mancano davvero pochini. Se i tre preventivati escono nelle prossime settimane, è praticamente finita.




3 pensieri su “Zingaretti: “Non lasciamo l’Italia ad amici di Orban e Bolsonaro”, meglio Palamara e Soros”

  1. Oggi ne ha sparata una sulla riduzione del cuneo fiscale, di quelle micidiali che neppure a capodanno. Ha detto che con la mancetta di 20 euro in più al mese sulla bustapaga dei lavoratori, le cose cominciano a cambiare in meglio. Fanno i finti socialisti, ma questi 20 euro altro non sono che un aggiunta agli 80 di Renzi. Ma ora da qualche parte i soldi per fare questo dovranno in qualche modo trovarli. E quale modo migliore se non aumentando le tasse?

  2. il fratello idiota del commisario Montalbano dopo le ferie del ” Corona virus inventato ” si permette di criticare ironicamente dei eletti dal popolo; loro che nessuno mai li ha eletti ma che italia de merda

Lascia un commento