Pd riapre il business dell’accoglienza: costretto a vivere accanto a 50 immigrati

Condividi!

“Sono stato in Comune per protocollare la manifestazione che voglio organizzare e un funzionario mi ha detto che tocca alla questura. Invierò una pec”: sono le parole di Bartolomei Amidei, in merito all’arrivo, il 4 giugno, di circa 50 immigrati al residence Piccola Venezia che è adiacente, cioè a 7 metri di distanza, dal suo agriturismo Villa Anconetta.

L’intenzione è di organizzare la manifestazione o per lunedì pomeriggio oppure per mercoledì pomeriggio. “Ho l’impressione che arriveranno prima del 4 giugno – dice Amidei – Secondo me saranno già qui lunedì. La cosa aberrante e vergognosa a cui stiamo assistendo è che tanto si parla di ‘accoglienza diffusa’, invece qui arrivano degli immigrati che sono già inseriti in 5 o 6 comuni della Provincia di Rovigo. E la cosa assurda è che si prendono queste persone che sono già integrate nel tessuto sociale dei comuni dove si trovano. Ad esempio a Canaro ce ne sono 10 di cui 5 lavorano, e venendo qui perderanno il posto di lavoro”.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ ufficiale, il PD ha riaperto il business dell’accoglienza. In collaborazione con i grillini. Stanno riaprendo tutti i 2mila hotel che Salvini aveva chiuso.

In compenso chiudono gli hotel normali.




Lascia un commento