Coronavirus: ora l’emergenza si sposta in Emilia Romagna, supera Lombardia

Condividi!

Per la prima volta l’Emilia Romagna supera la Lombardia, dove si sono dimezzati, come numero di nuovi contagiati e sembra diventare il nuovo centro dell’epidemia.

Sono 7.555 casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 850 in più di ieri a fronte di 28.022 i campioni refertati, con 3.402 test in più.

Complessivamente, sono 3.226 le persone in isolamento a casa, con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (363 in più rispetto a ieri); quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 269, quattro in più rispetto a ieri. Crescono i decessi, passati da 715 a 816: 101, quindi, quelli nuovi, di cui 36 donne e 65 uomini.

“È positivo il fatto che, con gli ulteriori 850 casi positivi, abbiamo ‘consumato’ solo 4 posti letto in terapia intensiva in più – commenta il commissario per l’emergenza, Sergio Venturi – significa che i casi sono meno gravi. Per i prossimi giorni ci aspettiamo dati più positivi. Anche oggi, purtroppo – ha aggiunto – c’è l’immenso dolore per i decessi: i numeri rispecchiano l’evoluzione della malattia, fotografano la situazione passata e non il presente, esattamente come i tamponi”.




Vox

2 pensieri su “Coronavirus: ora l’emergenza si sposta in Emilia Romagna, supera Lombardia”

  1. Speriamo che continuiamo a migliorare e non peggiorare, un grazie di cuore all’onorevole Paola de Micheli, che non ha voluto chiudere le frontiere prima e mettere in Quarantena chiunque venisse dalla Cina, perché è razzismo. Molte morti avrebbero potuto essere evitate, grazie alla sua negligenza, brava, d’altronde lei disse alcuni anni fa che la classe media andava eliminata, in questo modo ci è riuscita benissimo.

Lascia un commento