Financial Times nel panico: “Salvini premier se vince in Emilia Romagna”

Condividi!

Se la Lega dovesse vincere in Emilia-Romagna, cogliendo una tanto storica quanto clamorosa vittoria, e in Calabria, Matteo Salvini potrebbe diventare – in breve tempo – il nuovo presidente del Consiglio.

A prevederlo, terrorizzato, la bibbia dei globalisti, il Financial Times. Non che ci voglia poi molto a prevedere la caduta di un governo che sta già sopravvivendo a se stesso, nel caso in cui dovesse essere espugnata l’Emilia Romagna, vera cassa finanziaria del Pd attraverso le coop.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Con la Lega molto più avanti, nei sondaggi, dei suoi avversari, nuove elezioni potrebbero vedere Salvini balzare al potere come presidente del Consiglio”. Una prospettiva che non fa certo così piacere al FT, più amico di un certo establishment, e da sempre nemico dei sovranisti.

“Una clamorosa rivoluzione, per prendere il controllo di un’area del Paese tradizionalmente considerata come la culla del socialismo”. E sempre a proposito del voto decisivo di domenica 26 gennaio, il Financial Times pensa che la candidata del centrodestra – visti anche i sondaggi – sia assolutamente “in grado di abbattere il Muro Rosso italiano”, parlando come noto di “in un testa a testa con il governatore in carica, il dem Stefano Bonaccini”.

“Comunque vadano le elezioni i giorni dell’Emilia-Romagna come roccaforte comunista sono finiti ormai da tempo. Il Partito Comunista Italiano, sin dal 1990, si è trasformato in un partito socialdemocratico, poi trasformatosi nel Partito Democratico dopo una piccola scissione dei più radicali che hanno costituito delle forze minoritarie”.

L’Emilia Romagna e la Toscana sono in realtà società conservatrici, è paradossale, ma è proprio per questo che sono ormai l’ultima ridotta del PD. Una ridotta sempre più ridotta tra la provincia di Firenze e una dorsale che va da Bologna a Rimini.

Una volta caduta questa regione, il Pd è finito.




2 pensieri su “Financial Times nel panico: “Salvini premier se vince in Emilia Romagna””

  1. Speriamo…Ma ho i miei dubbi..Da quelle parti il PCI.PDS.DS.PD.(?).(?)regna incontrastato da più di 70 anni.Difficile estirpare il virus comunistoide dai cervelli delle persone,specialmente dagli ultra sessantacinquenni che hanno vissuto nel paradiso del socialismo reale…In compenso ci si mette anche il Time a rompere i coglioni.Guardare un po in casa loro,dove gli stupri delle ragazzine da parte delle gang islamiche sono una piaga sociale…no?Ma vadano a fare in culo.

  2. anche se fosse, un altro mangiamerda servo di IsraelUSA al potere non è che cambierebbe molto la nostra situazione. Dobbiamo uscire dalla NATO, prendere le distanze dal sionismo globalista israel-americano, sottrarci dal giogo europoide, emettere moneta di Stato e rafforzare tutti i nostri accordi commerciali con i Paesi nostri amici come Russia ed Iran e quanti altri al mondo diffidando per principio da quelli nemici dichiarati come Francia e Germania.

Lascia un commento