Profugo arrestato 2 volte in 1 giorno: morsi e testate a carabiniere

Condividi!

Violenza in un centro di accoglienza di Cagliari. Un immigrato 22enne africano, del Ciad, inferocito per un piatto sporco ha impugnato un coltellaccio con lama da 15 centimetri e ha tentato di accoltellare il compagno di appartamento bengalese.

VERIFICA LA NOTIZIA

Manteniamo in appartamento ciadiani e bengalesi solo perché hanno chiesto asilo. Poi varano ‘commissioni contro il razzismo’: il razzismo è contro gli italiani, cazzari.

I carabinieri l’hanno arrestato per tentate lesioni aggravate. Dopo una notte passata nella camera di sicurezza, il giudice l’ha rimesso in libertà. Ma l’immigrato ha fatto ritorno nel centro di accoglienza, nonostante il divieto di avvicinamento. Voleva riprendersi i vestiti. Al rifiuto dei custodi di lasciarlo entrare, ha scavalcato la recinzione per aggredire il personale.

Bloccato dai carabinieri ha morso alla gamba un militare prima di colpirlo a testate. E’ stato nuovamente arrestato.




Un pensiero su “Profugo arrestato 2 volte in 1 giorno: morsi e testate a carabiniere”

Lascia un commento