Trump ritira l’Impero “da guerre inutili”, Turchia pronta ad invadere il kurdistan siriano

Condividi!

La Casa Bianca, senza avvisare Giuseppi, ha dichiarato che la Turchia si appresta a invadere la Siria settentrionale, rinnovando timori per il destino dei combattenti curdi alleati con gli Stati Uniti nella guerra all’Isis. Lo afferma Stephanie Grisham, responsabile della comunicazione della Casa Bianca, in una dichiarazione diffusa dopo un colloquio telefonico tra il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e quello americano Donald Trump. Nella nota si precisa che le truppe statunitensi “non sosterranno né saranno coinvolte nell’operazione” e “non saranno più nelle immediate vicinanze”, cioè nel nord della Siria.

“E’ il momento per noi di sfilarci da ridicole guerre senza fine, molte delle quali tribali. E’ il momento di riportare i nostri soldati a casa”. Lo twitta Donald Trump, dopo la decisione degli Usa di ritirarsi dal confine tra Siria e Turchia. “Combatteremo solo dove avremo benefici, e combatteremo solo per vincere. Turchia, Europa, Siria, Iran, Iraq, Russia e i curdi dovranno risolvere la situazione e capire cosa voglio fare con i soldati dell’Isis catturati”.

Non ha torto. L’Impero si ritira. Ma quando si ritirerà dall’Italia, ‘liberata’ ormai quasi un secolo fa?

Il problema è che la creazione di questa zona cuscinetto che separi i curdi della Siria settentrionale da quelli turchi, che è il vero motivo dell’azione, dove mettere gli ex profughi siriani, potrebbe creare altri ‘profughi’.

Il Kurdistan, diviso tra Siria, Turchia, Iraq e Iran è un problema da decenni e per questo un fattore di instabilità per tutta la zona. Ora esiste un Kurdistan iracheno di fatto quasi indipendente. L’errore è stato non favorirne la creazione dopo la decolonizzazione: anche perché i curdi sono relativamente più vicini a noi di arabi e turchi.




5 pensieri su “Trump ritira l’Impero “da guerre inutili”, Turchia pronta ad invadere il kurdistan siriano”

      1. Recensione, non so bene se fumetto o cartone o cosa: Hokuto no Ken – la giustizia arriva sempre, camminando.
        “Madre, ho bisogno di una maglietta rossa e di un giacchino di pelle; con la spallina di ferro”
        “Cazpero, Ken, una al giorno? Capisco la maglietta ma il giubbotto di pelle ogni giorno è eccessivo”. “Madre, serve.”
        “Ken, tu lo sai he quelli che ti fanno arrabbiare sono quelli con la cresta che leccano il coltello: non li considerare. Altrimenti qui lo stipendio finisce subito.”
        Ma con molta giustizia. Sempre.

          1. Immagino si tratti di un fumetto che non conosco… comunque temo che la maggior parte di noi, poveri mortali, il 75% delle volte che tu posti non capisca nemmeno di cosa tu stia parlando Antani, ma non lo dica per pudore. Io sono spudorata.

Lascia un commento