Clandestini sbarcano e vanno a fare colazione al bar

Condividi!

Nuovi sbarchi di clandestini in diverse località del Sulcis. Sembra che i trafficani conoscano molto bene le zone di sbarco tanto e vero che due algerini, sbarcati all’alba di ieri mattina a Porto Pino sono stati sorpresi nella stessa località balneare, mentre facevano colazione al bar. Tra venerdì notte e sabato mattina due barchini con a bordo complessivamente 12 immigrati, tuttei algerini, sono approdati sulla spiaggia di Porto Pino, nel Comune di Sant’Anna Arresi. Intorno alle 2, poi altri dieci sono stati rintracciati dai carabinieri delle Stazioni di Calasetta e Cortighiana mentre si aggiravano a piedi non troppo distante dalla spiaggia. Dopo le segnalazioni i clandestini sono stati tutti bloccati, identificati e dopo essere stati sottoposti a visite mediche sono stati trasferiti al centro di Monastir. Nessuna traccia invece dei barchini utilizzati per la traversata.

Nelle prime ore di sabato, due clandestini algerini sono sbarcati in Sardegna, a Porto Pino, con un barchino. E sono subito andati a fare colazione. I due sono stati raggiunti all’interno di un bar dai militari. E’ stato l’ennesimo mini-sbarco di questi giorni in Sardegna.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Algeria è un Paese relativamente ricco per gli standard africani, anche meta di immigrati subsahariani. Infatti i viaggi verso la Sardegna sono organizzati da una sorta di tour operatore attivo su facebook, compresi i video pubblicitari dei clandestini sui barchini.

Ed è ormai noto come molti degli stranieri provenienti da questa rotta siano partiti alla volta della Sardegna in tutta tranquillità, guidati passo passo da una sorta di agenzia viaggi con tanto di orari e consigli utili. Tutto è alla luce del sole. Ma nessuno ha fatto nulla per smantellare questo traffico. Non è una tratta che porta numeri allarmanti di clandestini e si risolverebbe immediatamente con i rimpatri lampo.

I due algerini, interrotti durante la colazione dai carabinieri, hanno lasciato il bar di Porto Pino per essere identificati e sottoposti ai controlli sanitari. Nessuna traccia del barchino utilizzato.

Dopo le procedure di routine, hanno raggiunto, come tutti gli altri, il centro di ‘accoglienza’. Verranno rimpatriati.

Per azzerare gli sbarchi si deve lavorare anche su queste rotte, ma visto gli arrivi autonomi è un’azione a lungo termine. Se torna il Pd al governo, sicuramente non faranno nulla.




2 pensieri su “Clandestini sbarcano e vanno a fare colazione al bar”

  1. Ciò che irrita e che dimostra la pochezza di volontà del nostro stato (e ancora meno ce ne sarà con inciucio fico-rom-zingarelli) e l’incapacità di essere seri e difensori dei valori Cristiani (che non sono quelli dell imbergoglione argentino ma piuttosto del papa tedesco esautorato). La preoccupazione è d’obbligo sul quel “verranno rimpatriati” perché non c’è nessun automatismo su questo rimpatrio.

Lascia un commento