Macron premia il suo infiltrato italiano: il piddino Gozi nominato responsabile Affari Ue del governo francese

Condividi!

L’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega agli Affari europei, Sandro Gozi, sarà nominato a breve responsabile delle politiche europee del governo francese. La nomina dell’ex esponente dei governi Renzi e Gentiloni da parte del primo ministro francese, Edouard Philippe, è attesa nei prossimi giorni.

Gozi, candidato alle europee con il movimento ‘Reinassance’ di Emmanuel Macron per conto del PD, resterà nell’esecutivo di Parigi fino al 31 ottobre per poi assumere l’incarico di europarlamentare quando i deputati britannici lasceranno Strasburgo causa Brexit.

Secondo il quotidiano Le Figaro, che ha anticipato la notizia, Gozi avrà il compito di ‘monitorare la creazione delle nuove istituzioni europee e le relazioni con il Parlamento europeo in stretta collaborazione con il Segretariato generale per gli affari europei di palazzo Matignon’, la sede del primo ministro francese. L’ex sottosegretario del Pd, che insegna a Sciences Po da circa quindici anni, ha lavorato per dieci anni alla Commissione europea e dalla fine del 2018 presiede l’Unione dei federalisti europei.

Nel dibattito si inserisce però lo stesso Gozi che risponde: “Leggo che Matteo Salvini si chiede come io abbia tutelato gli interessi nazionali quando ero al governo. Caro Salvini, quando vuoi ci confrontiamo, atti e documenti alla mano, per vedere chi tra me e te ha curato di più e meglio gli interessi del nostro Paese. Facciamo così?”. A chiudere la discussione arriva l’interrogazione di Fratelli d’Italia presentata dalla stessa Meloni: “Come Fratelli d’Italia abbiamo cercato di accendere i riflettori, mentre tutti facevano finta di non vedere, su una vicenda bizzarra che riguarda un signore che si chiama Sandro Gozi. Esponente del Pd, già sottosegretario alla presidenza del consiglio con Delega agli Affari Europei durante il governo Renzi e durante il governo Gentiloni, alle ultime elezioni europee, folgorato sulla via di damasco se ne è andato a candidare con Emmanuel Macron, in Francia. Ora si scopre che questo Sandro Gozi è entrato nel governo francese come responsabile degli Affari Esteri. Cioè, il ruolo che Sandro Gozi aveva nel governo italiano ora ce l’ha nel governo francese. La cosa assume dei connotati interessanti: non perchè ancora una volta si vede quanto questi del pd siano attaccati alla maglia italiana, cioè zero, ma perchè voglio sapere le ragioni per le quali Macron e il governo francese ritengano di premiare così un signore che, fino a prova contraria, fino a qualche mese fa avrebbe dovuto fare gli interessi degli italiani”.

Vi sembra normale che un italiano – si fa per dire – lavori per un governo straniero, dopo essere stato nel governo italiano? Questo è il Pd. Il partito anti-italiano per eccellenza.

Consulenze false, PD Gozi indagato: 220mila euro




Un pensiero su “Macron premia il suo infiltrato italiano: il piddino Gozi nominato responsabile Affari Ue del governo francese”

Lascia un commento