Immigrati: “Pronti a guerra se non aprite i porti” – VIDEO

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA



9 pensieri su “Immigrati: “Pronti a guerra se non aprite i porti” – VIDEO”

  1. Il governo attuale è espressione della volontà della MAGGIORANZA dei CITTADINI italiani.
    Il solo fatto di minacciare la guerra contro il governo dovrebbe comportare l’immediato arresto del migrante.
    E accusare il governo attuale di essere la causa dei problemi dell’Italia è l’equivalente di accusare i medici di essere la causa delle malattie: è l’ennesima dimostrazione che un africano non sa trovare la dignità nemmeno sul dizionario.

  2. Più che con lui (che parla a sproposito e alla fine fa gli interessi dei suoi simili, se pur a torto perché non si può permettere in un paese non suo, quali sono le politiche che deve adottare sull’immigrazione), bisogna prendersela con quei nostri connazionali che abbiamo visto nel video – presumibilmente dei centri sociali – che li sostengono e organizzato queste pagliacciate pro-immigrazione. Loro sono il problema principale, perché non è normale andare a favore dello straniero e contro il proprio connazionale. Sono affetti da una misantropia tale da renderli autorazzisti e xenofili, quindi vanno curati.

    L’africano che parla ha detto “prima dell’immigrazione l’Italia non era così”: sono assolutamente d’accordo, prima dell’invasione afroislamica, l’Italia era un PAESE MIGLIORE, come tutti gli altri paesi europei. Adesso siamo diventati una fogna multietnica, in cui la popolazione autoctona è in declino, mentre quelle allogene e inassimilabili sono in aumento.

Lascia un commento