SeaWatch in trappola querela Salvini, lui: “Tremo tutto”

Condividi!

Gli scafisti umanitari di Sea Watch denuncia Salvini per la definizione puntuale di ‘pirati’.

La risposta:

Intanto sono in trappola. Infatti, per la prima volta, la Libia ha indicato Tripoli come porto sicuro di sbarco. Sarebbe epocale se fossero costretti a sbarcare lì il carico. Un’umiliazione senza precedenti per loro e per i trafficanti. E sarebbe la fine del traffico umanitario.

Se rifiutassero, stavolta sarebbero in guai molto seri. L’Olanda toglierebbe definitivamente loro la bandiera. Quindi: comunque vada, sarà un successo.




Lascia un commento